FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3820049
Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » 15 dicembre: manifestazione nazionale in difesa della ricerca pubblica -

15 dicembre: manifestazione nazionale in difesa della ricerca pubblica -

Comunicato stampa di Enrico Panini

13/12/2004
Decrease text size Increase  text size

COMUNICATO STAMPA DI ENRICO PANINI, SEGRETARIO GENERALE FEDERAZIONE LAVORATORI DELLA CONOSCENZA CGIL

Il 15 dicembre 2004 la Federazione Lavoratori della Conoscenza organizza a Roma una manifestazione nazionale per il rinnovo del contratto e in difesa della ricerca pubblica.

La manifestazione si concentrerà alle ore 10,30 al Piazzale Aldo Moro, presso la sede del CNR.

La Finanziaria per il 2005 colpisce pesantemente la ricerca pubblica in barba a tutte le promesse dei Ministri Moratti e Siniscalco:

- gli organici saranno ridotti per diminuire i costi attuali del 5%;

- i finanziamenti vengono tagliati di 1.000 milioni di euro in due anni;

- non contenti, si aggiungerà anche il tetto di spesa complessiva del 2%;

- aumenta il ricorso al lavoro precario con la proroga per un triennio del blocco delle assunzioni.

Inoltre, anche con questa Finanziaria continua l’assenza di risorse per un rinnovo contrattuale scaduto ormai da 35 mesi mentre i ricercatori vengono "palleggiati" dal comparto della ricerca, all’area autonoma per poi tornare, forse, al comparto della ricerca.

Si perde tempo per coprire la più totale assenza di risorse per i rinnovi dei contratti.

Con queste scelte economiche, che proseguono una politica di ostilità inaugurata da questo Governo, la ricerca pubblica viene colpita duramente ed il nostro Paese diventerà più debole nel confronto con lo sviluppo degli altri Paesi.

I diritti e le prospettive professionali dei lavoratori sono pesantemente colpiti.

Per queste ragioni la FLC Cgil promuove una manifestazione nazionale per:

- rinnovare il contratto di lavoro;

- difendere la sopravvivenza degli Enti di Ricerca e dell’Enea;

- difendere la ricerca pubblica;

- interrompere la precarizzazione forzata e stabilizzare i rapporti di lavoro;

- mettere di fronte alle loro responsabilità i presidenti degli Enti di Ricerca che, con la loro complice passività, stanno svendendo le Istituzioni e i lavoratori.

Roma, 13 dicembre 2004