FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3872445
Home » Attualità » Sindacato » Sciopero contro la manovra economica del Governo: noi siamo pronti

Sciopero contro la manovra economica del Governo: noi siamo pronti

Registriamo con favore il fatto che ora anche altre sigle sindacali condividano con noi il giudizio negativo sulla manovra e per questo dichiarino di pensare di arrivare anche allo sciopero.

15/06/2010
Decrease text size Increase  text size

>> Approfondimenti sulla manovra economica <<

Dopo la bella e partecipata manifestazione nazionale di sabato scorso, indetta dalla CGIL, dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza e dalla Funzione Pubblica, anche altre sigle sindacali si pronunciano ora contro la manovra economica che agisce pesantemente sui diritti, sulle retribuzioni e sulle pensioni del personale della scuola e di tutti i settori pubblici della conoscenza.

Una manovra che non agisce sullo sviluppo e che non dà risposte ai troppi precari in particolare dei settori della conoscenza, le cui prospettive occupazionali anzi si allontanano.

La CGIL ha colto da subito la pesantezza e l’iniquità della manovra economica e per questo ha indetto immediatamente la manifestazione di sabato scorso e proclamato lo sciopero generale, di tutti i settori pubblici e privati per il prossimo 25 giugno. Modalità di sciopero nei settori della conoscenza .

Non possiamo che registrare con favore il fatto che ora anche altre sigle sindacali condividano con noi il giudizio negativo sulla manovra e per questo dichiarino di pensare di arrivare anche allo sciopero.

Noi siamo pronti a manifestare insieme, a proclamare unitariamente lo sciopero, perché convinti che la manovra sia davvero iniqua, inaccettabile e che per questo vada modificata significativamente.

Roma, 15 giugno 2010
__________________

Modalità di sciopero nei settori della conoscenza

Lo sciopero riguarderà tutto il personale di tutti i comparti pubblici e privati della conoscenza (scuola statale e non, scuole e istituzioni scolastiche italiane all’estero, università, ricerca, formazione professionale e AFAM) ed è stato proclamato per l’ intera giornata del 25 giugno 2010. A differenza di altri comparti, per quelli della conoscenza è stata fissata un'unica data di sciopero in tutte le regioni.