FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

http://www.flcgil.it/@3837693
Home » Attualità » Sindacato » Oggi l’incontro alla Camera dei Deputati con il presidente Fausto Bertinotti sulla situazione dei precari

Oggi l’incontro alla Camera dei Deputati con il presidente Fausto Bertinotti sulla situazione dei precari

E’ durato circa un’ora il colloquio con i rappresentanti della FLC Cgil e della UIL PA UR

12/07/2007
Decrease text size Increase  text size

Si è svolto oggi presso la Camera dei Deputati l’incontro da noi chiesto in occasione della manifestazione del 3 luglio al Presidente Fausto Bertinotti per presentare le rivendicazioni dei lavoratori precari degli enti di ricerca e delle università.

Erano presenti Enrico Panini, Segretario Generale della FLC Cgil, Francesco Sinopoli, centro nazionale FLC Cgil e Alberto Civica, Segretario Generale della UIL PA UR.

Al Presidente della Camera è stata rappresentata la drammatica situazione in cui versano i lavoratori precari della ricerca e dell’università e non sono mancate precise denunce per quanto riguarda il comparto scuola.

La legge finanziaria è infatti “un brodino ristretto” come ha detto Enrico Panini, perché avvia un processo di stabilizzazione solo per una parte dei precari. Esclude, infatti, completamente i ricercatori dell’università e i parasubordinati degli enti pubblici di ricerca. Inoltre, alcune università rifiutano di applicare la norma sulla stabilizzazione al personale tecnico e amministrativo e ai lettori che ne avrebbero diritto così come previsto dalla Direttiva n. 7 della Funzione Pubblica.

Le risorse finanziarie previste sono pochissime e i vincoli di spesa come ad esempio quello del 90% che grava sulle università pregiudicano la stessa efficacia delle norme.

Abbiamo sottolineato che per noi rappresentano una priorità risorse aggiuntive e norme rivolte alla stabilizzazione di tutti i precari da prevedere nella prossima legge finanziaria.

Enrico Panini ha poi richiamato l’attenzione del Presidente anche sulla situazione dei precari della scuola che non può ancora dirsi risolta anche se le norme della finanziaria 2007 hanno segnato un passo in avanti.

Il Presidente della Camera, ha ascoltato con attenzione dimostrando grande preoccupazione per la situazione delle migliaia di lavoratori precari e, dopo aver espresso anche il suo disagio per lo stato attuale dei rapporti tra sindacati e Governo, ha sottolineato l’importanza che nel Dpef ci sia una particolare attenzione al problema dei precari della ricerca e dell’università per lui assolutamente prioritario e ha auspicato una risoluzione specifica da parte della Camera

L’impegno della terza carica dello Stato rappresenta per noi un importante risultato che peserà nella definizione dei contenuti della legge finanziaria per il 2008, sia sotto il profilo delle risorse da destinare che degli strumenti tecnici specifici da adottare per stabilizzare i precari degli enti di ricerca e delle università.

Roma, 12 luglio 2007