FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3831687
Home » Attualità » Sindacato » Cesare Riva: l’impegno di una vita spesa in favore dei diritti delle persone diversamente abili

Cesare Riva: l’impegno di una vita spesa in favore dei diritti delle persone diversamente abili

La FLC Cgil perde un compagno e i molti che lo conoscevano bene perdono soprattutto un amico carissimo

01/03/2007
Decrease text size Increase  text size

Cesare Riva era un compagno del nostro sindacato, componente di una importante segreteria provinciale come quella di Milano tra il 1991 e il 1998. Si era iscritto alla Cgil Scuola, dando un forte e attivo contributo nella scuola, nella zona territoriale di appartenenza e poi a livello provinciale.
Dal 1963, quando uno spaventoso incidente d’auto lo aveva costretto, a 17 anni, su una sedia a rotelle, Cesare aveva sempre dimostrato il suo carattere forte e coraggioso che lo aveva portato a condurre una vita esemplare per la capacità di adattamento, di autonomia e di superamento di tutti gli ostacoli che la sua disabilità comportava.
Sempre in movimento, ha dimostrato in ogni circostanza il suo attaccamento all’organizzazione, nella quale si era battuto con grande tenacia e determinazione perché si affermasse la consapevolezza dei problemi delle persone diversamente abili: in prima linea nelle battaglie contro le barriere architettoniche come in quelle per l’affermazione di una scuola pubblica e laica di qualità. capace di grande umanità, allegria e anche auto-ironia.

E’ stato un pioniere dell’informatica, e del suo uso nell’insegnamento e nell’attività sindacale. E' anche grazie a lui che il nostro sito esiste, infatti, nel 1996 fu uno dei promotori delle riunioni per la sua costituzione. Lasciato il suo incarico nella segreteria provinciale della Cgil Scuola aveva riversato le sue energie nell’organizzazione informatica del Provveditorato agli Studi di Milano e successivamente del CSA. In questo campo continuava a mantenere il suo impegno ancora in questi giorni.
Con lui tutta la FLC Cgil perde un compagno, ma molti che lo conoscevano perdono soprattutto un amico carissimo.
Alla moglie Loredana, alla sorella Yvonne e ai compagni della CGIL di Milano che gli sono stati più vicini esprimiamo le condoglianze di tutta la FLC Cgil .

Roma, 1 marzo 2007