FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3952352
Home » Attualità » Scuola e università: tagli alle risorse nel Disegno di legge di assestamento del bilancio 2019

Scuola e università: tagli alle risorse nel Disegno di legge di assestamento del bilancio 2019

Previste, tra le altre misure, le riduzioni di: 8 milioni di euro delle risorse destinate alla carta del docente; 5 milioni di euro per le procedure di reclutamento del personale docente; 16 milioni di euro del Fondo di Funzionamento Ordinario delle università. Diventa strutturale l’indisponibilità di 100 milioni del MIUR, stabilita dalla Legge di bilancio 2019.

05/08/2019
Decrease text size Increase  text size

Nei giorni scorsi il Senato ha approvato il Disegno di legge di assestamento del bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2019. Il provvedimento verrà ora esaminato dalla Camera.

Qui di seguito riassumiamo gli interventi più significativi previsti dal DDL relativi al MIUR e in particolare alla scuola e all’università.

  • Per il 2019 viene istituto uno specifico fondo per l’erogazione dell’indennità per il DSGA che copra posti comuni a più istituzioni. Il Fondo è pari a € 5.174.040 e le risorse sono rivenienti dalla riduzione del fondo di funzionamento delle scuole del primo ciclo e del fondo di funzionamento delle scuole di II grado.
  • È prevista una riduzione di oltre 14 milioni di euro del fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche del I ciclo (una parte come già detto è destinato al fondo DSGA, vedi punto precedente)
  • È prevista una riduzione di 8 milioni di euro delle risorse destinate alla carta del docente
  • È prevista una riduzione di 5 milioni di euro (su 13,5) delle risorse per le procedure di reclutamento del personale docente
  • È prevista una riduzione di 16 milioni di euro del Fondo di Funzionamento Ordinario delle università. Le risorse sono trasportate al nuovo capitolo dedicato alle spese per la fornitura dei servizi ICT.

Da segnalare che con atti amministrativi precedenti erano stati previsti

  • una riduzione di oltre 60 milioni di euro delle spese per supplenze brevi della scuola dell’infanzia, spostate al corrispondente capitolo della scuola secondaria di I grado
  • l’aumento di 25 milioni di euro del fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca afferenti al MIUR.

Gli interventi elencati si sommano alla conferma dell’accantonamento e dell’indisponibilità di risorse pari a 100 milioni di euro per il MIUR (2 miliardi tra tutti i ministeri) in applicazione del comma 1118 della legge di bilancio 2019 (Legge 145/18). Questo taglio di fatto diventa con il disegno di legge di assestamento strutturale e riguarda le seguenti voci

  • Istruzione del primo ciclo: 12 milioni di euro
  • Istruzione del secondo ciclo: 4 milioni di euro
  • Reclutamento e aggiornamento dei dirigenti scolastici e del personale scolastico per l’istruzione: 13 milioni
  • Diritto allo studio e sviluppo della formazione superiore: 31 milioni
  • Sistema universitario e formazione post-universitaria: 40 milioni

Infine sono confermate le procedure di calcolo della proiezione triennale delle spese di personale per i posti di sostegno in deroga e per l’organico di fatto della scuola che prevedono l’azzeramento al terzo anno delle relative spese.