FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3963134
Home » Attualità » Previdenza » Pensionamenti personale scolastico 1° settembre 2022: imminente l’emanazione del decreto e della circolare ministeriale

Pensionamenti personale scolastico 1° settembre 2022: imminente l’emanazione del decreto e della circolare ministeriale

Si è tenuto al Ministero dell’Istruzione il primo incontro di informativa. La FLC CGIL ha chiesto modifica della scadenza e segnalato numerose criticità su cui occorre intervenire tempestivamente, a partire dall’uso di passweb.

24/09/2021
Decrease text size Increase  text size

Il 24 settembre 2021 si è svolto in videoconferenza, convocato dalla Direzione Generale per il personale, l'incontro con le Organizzazioni Sindacali sul Decreto Ministeriale sulle cessazioni dal servizio del personale scolastico dal 1° settembre 2022 e relativa circolare.

Era presente il direttore dell’INPS dott. Uselli.

Rispetto ai contenuti della bozza di circolare oggetto dell’incontro, la FLC ha segnalato e chiesto modifiche rispetto alle criticità rilevate.

Riteniamo innanzitutto inaccettabile che il termine finale per la presentazione delle domande sia stato fissato al 31 ottobre 2021 per tutto il personale, ad eccezione dei Dirigenti Scolastici per i quali la scadenza sarà, come lo scorso anno, il 28 febbraio.

La necessità di anticipare i termini, per le ricadute che ciascuna procedura può avere su tutte le altre operazioni di avvio dell’anno scolastico e per i lunghi tempi di emanazione dei provvedimenti propedeutici al riconoscimento del diritto a pensione, non giustifica l'anticipo di 11 mesi rispetto alla data di cessazione.

Si tratta di un intervallo in cui le condizioni personali, familiari, di salute, che incidono sulla scelte delle lavoratrici e dei lavoratori, possono completamente modificarsi.

Abbiamo inoltre rappresentato le difficoltà per le strutture territoriali di rispondere, in tempi tanto ristretti, al bisogno e diritto di assistenza e consulenza del personale.

Oltre al posticipo della scadenza, abbiamo chiesto di garantire la piena funzionalità del sistema per almeno cinque settimane dall’apertura delle funzioni.

Per quanto riguarda le domande di dimissioni senza diritto a pensione, per le quali la circolare dispone le medesime tempistiche, abbiamo sollevato il problema del diritto del lavoratore a interrompere il rapporto di lavoro anche in corso d’anno, rispettando i termini di preavviso previsti dal CCNL, considerando la decorrenza della cessazione dal 1° settembre successivo.

Abbiamo anche fatto presente che i modelli presenti su istanze online devono essere integrati prevedendo gli istituti del cumulo e della totalizzazione; per facilitare la procedura, abbiamo proposto l’eliminazione della richiesta del codice personale per l’inoltro delle domande, come avvenuto per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto ATA.

Nella bozza di circolare e nell’allegata tabella riepilogativa, mancano del tutto i riferimenti ai requisiti per lavoratrici e lavoratori che si trovano nel sistema contributivo puro, per quanto riguarda l’età anagrafica e l’entità dell’assegno pensionistico.

Per la FLC CGIL, infine, vanno rivisti i termini perentori sull'uso dell’applicativo "passweb", che richiede alle scuole di farsi carico di oneri impropri, utilizzando strumenti di altre Amministrazioni.

Abbiamo ribadito la necessità di individuare un sistema integrato che consenta un dialogo operativo fra applicativi gestionali per trasmettere all'INPS i dati necessari senza gravare ulteriormente su un settore in grave difficoltà per la carenza di personale e per l’attribuzione di compiti sempre più complessi.