FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3895678
Home » Attualità » Previdenza » Fondo pensioni Espero: il primo passo verso la semplificazione della modulistica

Fondo pensioni Espero: il primo passo verso la semplificazione della modulistica

Semplificazione del modulo per le domande di riscatto e richiesta di modificare la percentuale della contribuzione a carico del lavoratore.

18/09/2012
Decrease text size Increase  text size

Il Fondo pensione Espero ha messo a disposizione dei dipendenti pubblici iscritti ad Espero un nuovo modello di domanda per il riscatto della posizione individuale.

Possono fare domanda di riscatto gli iscritti che hanno perso i requisiti di partecipazione al fondo quali: scadenza del  contratto di supplenza al 30 giugno, dimissioni, licenziamento, pensionamento, decesso, ecc...

Ricordiamo al personale supplente che intende fare domanda di riscatto che la data della domanda deve essere successiva a quella della cessazione del rapporto di lavoro, pena la nullità della domanda stessa.

Gli iscritti che hanno l’esigenza di variare la contribuzione a loro carico aumentandola o diminuendola, possono esercitare questa opzione entro il 15 ottobre attraverso la compilazione di un apposito modulo.

In questo momento storico contraddistinto da una grave recessione e da una perdurante crisi dell’euro, il Fondo pensione Espero conferma una gestione positiva che fa crescere il valore di quota sia del comparto crescita che del comparto garanzia:

valori di quota al 31 agosto 2012      

  • comparto garanzia - 12,025
  • comparto crescita - 13,034

Questo risultato conferma l’attenzione che il Fondo pensione Espero pone nella gestione delle risorse degli iscritti, che vengono amministrate attraverso regole di prudenza, definite dalla legge e che tengono conto della finalità previdenziale.