FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3818039
Home » Attualità » Politica e società » Il Ministero chiede le dimissioni del Consiglio INDIRE

Il Ministero chiede le dimissioni del Consiglio INDIRE

A seguito di una esplicita richiesta del Ministero, si è dimesso nei giorni scorsi il Consiglio di Amministrazione dell'Indire (ex Biblioteca di Documentazione Pedagogica).

07/04/2002
Decrease text size Increase  text size

A seguito di una esplicita richiesta del Ministero, si è dimesso nei giorni scorsi il Consiglio di Amministrazione dell'Indire (ex Biblioteca di Documentazione Pedagogica).

La notizia è stata diffusa dagli stessi consiglieri dimissionari con un polemico comunicato stampa in cui si parla di "chiara imposizione politica".

Il Consiglio era presieduto dal prof. Lucio Guasti.

Al Presidente Guasti ed ai consiglieri tutti la piena solidarietà della Cgil Scuola. Di essi abbiamo apprezzato e conosciuto la competenza, l'autorevolezza e l'indipendenza da tutto fuorchè dalle ragioni e dalle domande della scuola.

L'imposizione politica delle dimissioni si commenta da sola e, purtroppo, si colloca in un solco ben preciso.

Il prossimo appuntamento sarà sicuramente rappresentato dall'applicazione, concluso l'iter parlamentare, del Disegno di Legge Frattini sulla dirigenza generale con uno spoil system che inciderà in modo netto sugli attuali assetti con l'intento di portare la Dirigenza sotto il controllo politico.

Roma, 8 aprile 2002

Altre notizie da: