FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3958895
Home » Attualità » Politica e società » Il governo italiano approva il Documento programmatico di bilancio 2021

Il governo italiano approva il Documento programmatico di bilancio 2021

Definito il quadro programmatico degli interventi relativo al triennio 2021/2023. Il documento inviato alla Commissione Europea e all’Eurogruppo.

21/10/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Continua l’iter per la definizione del disegno di legge di bilancio relativo al triennio 2021-2023 che sarà presentato alle Camere nei prossimi giorni.

Nella riunione del 5 ottobre il Consiglio dei Ministri ha approvato la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (NADEF) 2020. Il documento contiene, tra l’altro, l’aggiornamento

  • degli obiettivi programmatici al fine di stabilirne una diversa articolazione
  • delle previsioni macroeconomiche e di finanza pubblica per l'anno in corso e per il restante periodo di riferimento.

Il Senato della Repubblica e la Camera dei deputati il 14 ottobre hanno adottato specifiche risoluzioni che approvano i contenuti del Nadef. Da segnalare che il Nadef prevede ben 22 disegni di legge collegati alla decisione di bilancio, tra cui

  • DDL in materia di titoli universitari abilitanti, cosiddetto DDL “lauree abilitanti” (approvato nel consiglio de ministri del 18 ottobre scorso)
  • DDL di riordino del settore dell’alta formazione artistica, musicale coreutica (cosiddetto DDL “riordino AFAM”)
  • DDL recante “Disposizioni in materia di lavoro agile nelle pubbliche amministrazioni
  • DDL per l’aggiornamento e il riordino della disciplina in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
  • DDL “Disposizioni per l’attuazione dell’autonomia differenziata di cui all’articolo 116, 3 comma, Cost.”
  • DDL in materia di salario minimo e rappresentanza delle parti sociali nella contrattazione collettiva

Nella scorsa riunione del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020 è stato approvato e inviato alla Commissione Europea e all’Eurogruppo, il Documento Programmatico di Bilancio (DPB) 2021. In base all’art. 6 del Regolamento europeo 473/13, tale documento contiene, tra l’altro, le seguenti informazioni

  • l'obiettivo di saldo di bilancio per le amministrazioni pubbliche, espresso in percentuale del prodotto interno lordo (PIL), ripartito per sottosettori delle amministrazioni pubbliche;
  • le proiezioni delle entrate e della spesa a politiche invariate, espresse in percentuale del PIL per le amministrazioni pubbliche
  • gli obiettivi di entrate e di spesa, espressi in percentuali del PIL per le amministrazioni pubbliche
  • le informazioni pertinenti riguardanti le spese delle amministrazioni pubbliche per funzione, anche per quanto concerne l'istruzione, la sanità e gli interventi di politica occupazionale
  • una descrizione e una quantificazione delle misure sul fronte delle spese e delle entrate da inserire nel progetto di bilancio per l'anno successivo per ogni sottosettore,
  • indicazioni sulle modalità con cui le riforme e le misure contenute nel progetto di documento programmatico di bilancio, tra cui in particolare gli investimenti pubblici, che danno seguito alle raccomandazioni rivolte allo Stato membro e contribuiscono al conseguimento degli obiettivi fissati dalla strategia dell'Unione per la crescita e l'occupazione.

Lo scenario programmatico è stato costruito alla luce dell’importante novità costituita dal Recovery Plan europeo, denominato Next Generation EU (NGEU), un pacchetto di strumenti per il rilancio e la resilienza delle economie dell’Unione Europea che sarà dotato di 750 miliardi di risorse nel periodo 2021-2026.

In questa tabella il quadro riassuntivo provvisorio delle risorse del Recovery Plan (miliardi a valori 2018)

Recovery and Resilience Facility

React EU

Totale RRF
e React EU

Sviluppo
Rurale

Just
Transition
Fund

Altri
programmi

Totale
NGEU

Sovvenzioni

Prestiti

Totale

2021

10,0

11,0

21,0

4,0

25,0

..

..

..

..

2022

16,0

17,5

33,5

4,0

37,5

..

..

..

..

2023

26,0

15,0

41,0

2,0

43,0

..

..

..

..

2024

9,5

29,9

39,4

0,0

39,4

..

..

..

..

2025

3,9

26,7

30,6

0,0

30,6

..

..

..

..

2026

0,0

27,5

27,5

0,0

27,5

..

..

..

..

Totale

65,4

127,6

193,0

10,0

203,0

0,85

0,54

0,60

205,0

(*) Valutazione preliminare. Gli importi potranno variare a seguito dei negoziati ancora in corso.

Il nuovo quadro programmatico prevede una manovra di circa 39 miliardi di cui 24,7 miliardi in deficit.

Nella tabella che segue il quadro complessivo degli interventi previsti
(PIL nominale in miliardi di euro: 1759,2 nel 2021; 1848,9 nel 2022; 1916,6 nel 2023)

Elenco delle misure

Descrizione dettagliata

Stato di adozione

Effetti finanziari

Entrate/ Spese

2021

2022

2023

% PIL

% PIL

% PIL

Completamento del taglio del cuneo fiscale

Motivazione: Ridurre la pressione fiscale e il costo del lavoro

Contenuto delle misure:
È resa permanente la detrazione di imposta per i redditi oltre i 28.000 e fino a 40.000 euro disposta dal DL 3/2020.

efficacia immediata

E

-0,122

0,020

0,004

Detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie ed eco-bonus

Motivazione: Favorire gli investimenti sul patrimonio edilizio, anche per aumentare la resilienza e sostenibilità e sostenere la ripresa del settore delle costruzioni.


Contenuto delle misure:
a) Proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio.
b) Proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, con le stesse aliquote previste per il 2020 (50% per infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le rimanenti tipologie).
c) Proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per l'arredo di immobili ristrutturati.

d) Proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione con aliquota del 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici ("Bonus facciate").
e) Proroga fino al 31 dicembre 2021 della detrazione Irpef 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili.

efficacia immediata

E/S

0,002

-0,039

-0,026

Incentivi per il Sud

Motivazione: Promuovere la coesione territoriale, colmare i gap di sviluppo regionale, sostegno all’occupazione.


Contenuto delle misure:
a) È reso strutturale l’esonero del 30% dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro privati non agricoli con riferimento ai rapporti di lavoro dipendente per le aziende del Sud.
b) Proroga al 2021 del credito di imposta per gli investimenti nelle Regioni del Meridione.

efficacia immediata

E

-0,385

0,152

-0,014

Interventi a livello territoriale

Motivazione: interventi a livello territoriale.

Contenuto delle misure:
Risorse per il trasporto pubblico locale, in particolare quello scolastico, aumento delle risorse per il fondo di solidarietà comunale per il miglioramento dei servizi in campo sociale, altri interventi.

efficacia immediata

S

-0,055

0,017

-0,001

Interventi vari Ministeri

Interventi vari Ministeri. Sono comprese, fra gli altri, risorse per: Università, Ricerca, valorizzazione aree svantaggiate, indennità per il personale sanitario, ecc..

efficacia immediata

S

-0,292

0,081

0,044

Politiche invariate

Motivazione: Garantire la continuità di interventi la cui decisione di finanziamento è annualmente riproposta.

Contenuto delle misure:
Include, tra gli altri, il rifinanziamento delle missioni di pace, dell'operazione 'strade sicure', del fondo crisi di impresa ed ulteriori risorse appostate su fondi.

efficacia immediata

S

-0,079

0,010

0,013

Politiche per la famiglia

Motivazione: Promuovere politiche di sostegno alla famiglia.

Contenuto delle misure:
Confermati anche per il 2021 l’assegno di natalità e l’estensione a 7 giorni del congedo di paternità, e fino a tutto giugno 2021 il bonus vacanze.

efficacia immediata

S

-0,005

-0,004

0,008

Revisione e rimodulazione della spesa

Motivazione: Razionalizzazione e revisione della spesa delle Amministrazioni Pubbliche.

Contenuto delle misure:
a) Risparmi prodotti attraverso la revisione delle procedure amministrative o organizzative, il definanziamento di progetti in relazione alla loro efficacia o priorità e la revisione dei meccanismi o parametri che determinano le esigenze di spesa.
b) Rimodulazione di altre spese in base alle priorità e della tempistica dei trasferimenti a vari enti in base alle effettive esigenze dello stato di avanzamento dei lavori, mantenendo comunque invariato il totale complessivo delle risorse destinate agli interventi.

efficacia immediata

S

0,000

0,000

0,052

Riforma fiscale

Motivazione: Revisione dell’impianto fiscale per migliorare l’equità, l’efficienza e la trasparenza del sistema tributario.

Contenuto delle misure:
Stanziamento di risorse per la riforma fiscale, introduzione dell’assegno unico, revisione delle tax expenditures.

Successivi provvedimenti normativi

E

-0,171

-0,262

0,067

Sanità

Motivazione: finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale.

Contenuto delle misure:
finanziamento del Fondo sanitario nazionale, costituzione di un fondo per l’acquisto di vaccini e per altre esigenze correlate all’emergenza Covid.

efficacia immediata

S

-0,080

0,080

0,000

Sostegno agli Investimenti

Motivazione: Supporto agli investimenti delle amministrazioni pubbliche.


Contenuto delle misure:
Risorse per gli investimenti delle amministrazioni pubbliche, incluse quelle da destinare al Fondo Sviluppo e Coesione. Sono comprese, fra le altre, risorse per: edilizia sanitaria, ricerca, edilizia scolastica e digitalizzazione delle scuole, la tutela del patrimonio culturale e ambientale, ecc..

efficacia immediata

E

-0,094

-0,025

-0,014

Sostegno alle imprese

Motivazione: Sostegno alle imprese in difficoltà a seguito dell’emergenza Covid e supporto all’ingresso nei mercati internazionali.

Contenuto delle misure:
Istituzione di un Fondo per sostenere le imprese in difficoltà a causa della pandemia da Covid, proroga della moratoria sui mutui, risorse aggiuntive al Fondo per l’internazionalizzazione delle imprese, proroga delle misure a sostegno della ripatrimonializzatine delle piccole e medie imprese, nuove risorse per il fondo di garanzia PMI.

efficacia immediata
/ da ripartire con tramite un DPCM

S

-0,299

0,188

0,056

Sostegno all'occupazione

Motivazione: sostenere l’occupazione, anche a fronte dell’emergenza Covid

Contenuto delle misure:
sono finanziate ulteriori settimane di CIG Covid. Decontribuzione al 100% per 3 anni per le assunzioni di giovani di età fino a 35 anni.

efficacia immediata

S

-0,020

-0,018

0,001

Altro entrate / coperture

Altro entrate / coperture

E

0,006

0,000

0,000

Altro: entrate effetti di retroazione fiscale/coperture

Effetti di retroazione fiscale sulle entrate / coperture

E

0,000

0,698

0,372

Altro: entrate fondi UE/ coperture

Altro entrate fondi UE/ coperture - risorse europee nell’ambito dello strumento Next Generation EU utilizzate a copertura di oneri.

E

0,199

-0,010

-0,007

Altro entrate/interventi

Altro entrate / interventi

E

-0,044

0,036

-0,013

Altro spese / coperture

Altro spese / coperture

S

0,129

-0,108

0,051

Altro spese/interventi

Altro spese / interventi

S

-0,095

-0,069

0,264

TOTALE

-1,403

0,746

0,860

Rilevanti, infine, sono le ulteriori azioni previste al fine di raggiungere i target nazionali 2020 fissati dalla strategia europea per la crescita e l’occupazione (programmazione 2014-2020)

Target nazionali
al 2020

Lista delle misure

Sotto area di policy

2 – R&S
[1,53% del PIL]

Il Piano Transizione 4.0, rivisto dalla LdB per il 2020 in unico
credito di imposta per vari incentivi, verrà esteso al 2021 anche attraverso una sua rimodulazione atta a favorirne l'efficacia. In particolare l'incentivo si compone di tre agevolazioni: i) credito d’imposta per investimenti in beni strumentali al fine di supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato. ii) credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design al fine di stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e favorire i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. iii) Credito d'imposta formazione 4.0, per stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la
trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Saranno inoltre rafforzati gli ITS.

PIANO TRANSIZIONE 4.0

R&S

È in studio l'introduzione di misure per potenziare i Centri di
competenza ad alta specializzazione (Competence Center) in modo da rendere più efficiente il network del trasferimento tecnologico costituito anche da altri centri di trasferimento tecnologico qualificati (Università ed enti pubblici di ricerca) e dai Digital Innovation Hub delle associazioni datoriali e dai PID (Punti Impresa
Digitale) del sistema camerale.

COMPETENCE CENTER

R&S

È in studio l'introduzione di misure per il potenziamento della
didattica a distanza e la creazione di ambienti didattici tecnologici

DIDATTICA A DISTANZA

R&S

Presentata la proposta per una Strategia italiana su Intelligenza Artificiale, mentre quella per la Blockchain è in fase di
consultazione. I principali casi d’uso e i settori di applicazione della tecnologia Blockchain potrebbero rappresentare un efficace
strumento per la tutela e la valorizzazione delle filiere produttive del made in Italy e per il contrasto della contraffazione dei prodotti.

STRATEGIA IA E BLOCKCHAIN

R&S

È in studio l'introduzione di misure per accelerare lo sviluppo dei
cantieri nelle cd. aree bianche e per l’attivazione di servizi ultraveloci in tutte le aree del Paese e nella diffusione di
infrastrutture a banda ultralarga nelle cd. aree grigie a fallimento tecnologico (cfr. CSR. 1).

PIANO BANDA ULTRALARGA

R&S

Confermato lo strumento dei Contratti di Sviluppo per il sostegno
all’innovazione dell’organizzazione, dei processi e della tutela ambientale. Allo studio disposizioni per potenziare tale misura intervenendo non solo sulle procedure ma anche sulla dotazione finanziaria, così da garantirne la continuità. Stanziate risorse per
100 milioni per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per la concessione delle agevolazioni previste nell’ambito dei contratti di
sviluppo.

CONTRATTI DI SVILUPPO

R&S

Incrementato il finanziamento a sostegno degli Important Projects
of Common European Interest (IPCEI) su settori importanti per il futuro. I progetti in corso di attuazione sono attualmente nel campo della microelettronica e delle batterie.

IPCEI

R&S

Incrementato il credito di imposta per gli investimenti nelle attività di R&S nel Mezzogiorno (dal 12 al 25 per cento per le grandi imprese, dal 12 al 35 per cento per le medie imprese e dal 12 al 45 per cento per le piccole imprese) con un onere complessivo di 106,4milioni per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023.

CREDITO D'IMPOSTA PER R&
NELLE REGIONI DEL SUD

R&S

6 - Obiettivo nazionale abbandoni scolastici [16%]

È in studio la modifica del Piano Nazionale Scuola Digitale al fine di potenziarne le azioni rivolte direttamente alle scuole, per arrivare a un pieno sviluppo delle competenze digitali degli studenti in sintonia con il quadro europeo delle competenze digitali.

PIANO NAZIONALE
SCUOLA DIGITALE

Istruzione

Saranno introdotte azioni per rendere sempre più sinergici i sistemi d’istruzione e formazione con il mercato del lavoro, attraverso il miglioramento dei processi di riconoscimento di tutte le competenze, l’adeguamento dei curricula, e la valorizzazione di sistemi di apprendimento come quello duale o il potenziamento dell’istituto dell’apprendistato.

ABBANDONI SCOLASTICI

Istruzione

Incremento del numero degli insegnanti di sostegno di ruolo anche attraverso la stabilizzazione dei posti. Iniziative per far acquisire ai docenti di sostegno competenze in materia di didattica e metodologia inclusiva.

INCLUSIONE SCOLASTICA

Istruzione

Saranno realizzate una serie di iniziative sulla formazione degli
studenti alle nuove tecnologie rinnovabili e sui nuovi percorsi di orientamento nelle scuole che abbiano una traiettoria green e di
sostenibilità ambientale.

MISURE PER LA SOSTENIBILITA'

Istruzione

7 - Obiettivo nazionale istruzione universitaria [26-
27%]

In materia di mobilità interuniversitaria dei professori e dei
ricercatori, introdotte nuove disposizioni che riguardano il conferimento degli incarichi. Previsto il rinnovo di assegni di ricerca e il passaggio dei ricercatori a tempo determinato 'di tipo B' a
professori associati già dal primo anno di contratto.

RIFORMA DEL SISTEMA
UNIVERSITARIO

Istruzione

È in studio l'introduzione con la LdB per il 2021, un Disegno di Legge in materia di titoli universitari.

LAUREE ABILITANTI

Istruzione

È in studio l'introduzione con la LdB per il 2021, un Disegno di
Legge per il riordino del settore dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM).

ISTRUZIONE UNIVERSITARIA

Istruzione