FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3930205
Home » Attualità » Mercato del lavoro » Le nuove modalità per le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale

Le nuove modalità per le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale

Il decreto, che decorre dal prossimo 12 marzo, prevede l’obbligatorietà della comunicazione per via telematica.

29/02/2016
Decrease text size Increase text size
Vai agli allegati

Con il decreto del Ministro del Lavoro e PS del 15 dicembre 2015 è stato disposto che con decorrenza dal prossimo 12 marzo le dimissioni volontarie e le risoluzioni consensuali vengano trasmesse obbligatoriamente tramite il sito www.lavoro.gov.it dotandosi di utenza ClicLavoro.

Oltre alla possibilità per ogni lavoratore interessato di accedervi individualmente, il decreto individua alcuni soggetti abilitati, tra i quali i patronati e le organizzazioni sindacali; questi, che devono dotarsi a loro volta dell’utenza ClicLavoro, possono svolgere la trasmissione con gli adempimenti descritti negli allegati al decreto.

La CGIL, nel ritenere necessario fornire tale servizio a quanti lo richiedessero nell’ottica più ampia di tutela e considerate le diverse correlazioni riferibili a una cessazione di rapporto di lavoro, sia per gli iscritti che per quanti potenzialmente potrebbero decidere di iscriversi alla nostra Organizzazione, ha affidato questo compito all’INCA e agli Uffici Vertenze Lavoro (UVL) presenti nelle rispettive realtà territoriali con le seguenti finalità di gestione:

  • le sole dimissioni finalizzate al pensionamento saranno trattate dall’INCA;
  • tutte le altre tipologie verranno invece trattate dagli UVL.