FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3937061
Home » Attualità » Formazione lavoro » IFTS ITS PON » Istituti Tecnici Superiori: facciamo il punto sulle misure nazionali di sistema

Istituti Tecnici Superiori: facciamo il punto sulle misure nazionali di sistema

Istituita anche una Cabina di Regia Nazionale ITS i cui componenti saranno impegnati in un modulo formativo presso analoghe strutture formative canadesi.

20/01/2017
Decrease text size Increase  text size

Come è noto il DPCM 25 gennaio 2008 concernente le “Linee  guida  per  la  riorganizzazione  del  Sistema di istruzione e formazione tecnica superiore e la costituzione degli istituti tecnici superiori” nel prevedere l’istituzione di uno specifico “Fondo per l'istruzione e la formazione tecnica superiore”, stabilisce all’art. 12 che una quota non superiore al 5% di tale Fondo siano destinate alla realizzazione delle misure nazionali di sistema, ivi compresi il monitoraggio e la valutazione.

Per il 2016 la Direzione Generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema nazionale educativo, con nota 4169 del 15 aprile 2016, ha destinato alla realizzazione delle misure nazionali di sistema la somma di € 534.217,00, pari al 4% della somma complessiva disponibile di € 13.355.436,00.

Di seguito il quadro degli interventi programmati

Industria 4.0

Con Decreto del Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici 1141 dell’8 novembre 2016 è stata impegnata la somma di € 76.800,00, a favore dell’Istituto Tecnico Superiore Umbria Made in Italy Innovazione, Tecnologia e Sviluppo di Perugia per effettuare attività di studio, ricerca e progettazione in relazione al Piano Nazionale Industria 4.0. In particolare è prevista un’azione a titolo sperimentale che vedrà coinvolti sei Istituti Tecnici Superiori dell’area tecnologica del Made in Italy; uno per ciascuno degli ambiti Agroalimentare, Casa, Moda e Servizi alle imprese e due per l’ambito della Meccanica.

Orientamento

Con DDG per gli ordinamenti scolastici n. 1208 del 15 novembre 2016 è stata impegnata la somma di € 254.884,00 a favore di 17 ITS, collocate in altrettante Regioni, allo scopo di far conoscere la realtà degli Istituti Tecnici Superiori e la relativa offerta formativa. A tal fine sono previsti 34 eventi di orientamento e promozione (due in ogni regione) rivolti a tutti gli studenti e docenti degli Istituti Tecnici e Professionali nonché a quelli degli altri Istituti di Istruzione Secondaria Superiore, alle loro famiglie e alle imprese.

INDIRE

Con DDG per gli ordinamenti scolastici n. 1226 del 22 novembre 2016 è stata impegnata la somma di € 100.000,00 a favore dell’INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione Innovazione e Ricerca Educativa) per la realizzazione delle azioni di monitoraggio e valutazione dei percorsi formativi ITS che si sono conclusi da almeno un anno al 31 dicembre 2016, previste dagli Accordi in Conferenza Unificata del

  • 5 agosto 2014 che ha definito il sistema di monitoraggio e valutazione dei percorsi ITS, ed ha individuato gli adempimenti a cura dell’INDIRE
  • 17 dicembre 2015, adottato in applicazione anche dell’articolo 1, comma 45 della Legge 107/2015, che ha apportato modifiche al citato sistema di monitoraggio e valutazione ed ha ulteriormente definito le attività a cura dell’INDIRE.

Raccolta dati e indagini sui diplomati ITS

Con DDG per gli ordinamenti scolastici n. 1382 del 15 dicembre 2016 è stata impegnata la somma di € 63.257,24, a favore dell’Istituto Tecnico Superiore Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione di Torino. Tali risorse sono finalizzate a mettere a disposizione degli ITS, dei loro diplomati, del mondo del lavoro e di tutti gli operatori coinvolti, un sistema che, partendo dall’esperienza formativa dei diplomati e da indagini sul loro profilo individui le opportunità di placement e favorisca l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Tale sistema dovrà anche coadiuvare gli ITS nella valutazione dell’efficacia interna e offrire strumenti capaci di realizzare ai fini orientativi un efficace raccordo sinergico con l’istruzione media superiore, nonché monitorare le scelte occupazionali e/o formative dei diplomati dopo l'acquisizione del titolo di studio. In particolare, tale azione prevede a partire dai diplomati ITS dell’anno 2016

  • una raccolta dei curricula
  • una indagine sul profilo dei diplomati,
  • una piattaforma per il placement
  • una indagine sulla condizione occupazionale

Sito internet sugli ITS

Con DDG per gli ordinamenti scolastici n. 1405 del 19 dicembre 2016 è stata impegnata la somma di € 15.000,00 a favore dell’istituto Tecnico superiore “Tecnologie della Informazione e della Comunicazione J.F. Kennedy” di Pordenone, finalizzata all’implementazione, aggiornamento e manutenzione del sito www.sistemaits.it. Tale sito vuole essere uno strumento  di  orientamento e community virtuale degli ITS, per informare gli allievi delle scuole secondarie di secondo grado, orientarli nella selezione del percorso ITS più appropriato.

La cabina di regia delle Fondazioni ITS

Con DDG per gli ordinamenti scolastici n. 311 del 7 aprile 2016, ma reso noto solo nelle scorse settimane, è stata istituita una Cabina di Regia costituita da un rappresentante per ognuna delle aree tecnologiche di riferimento degli ITS e, per l’area tecnologica del Made in Italy, da un rappresentante per ciascuno dei cinque ambiti di articolazione dell’area stessa, per un totale di dieci componenti. La Cabina di Regia “ha il compito di favorire il coordinamento delle azioni e l’attivazione delle migliori sinergie, al fine della promozione e dello sviluppo del sistema della formazione terziaria non universitaria, realizzata sul territorio nazionale dalle Fondazioni ITS, anche con riguardo alle innovazioni di cui alla legge 107/15”.

Uno degli impegni della cabina di regia è relativo a un “Progetto attività di carattere internazionale connesse all’attuazione degli accordi culturali Italia – Canada”. In particolare con nota 13949 del 2 dicembre 2016 è stata trasmessa una Dichiarazione di intenti sottoscritta dalla Direzione Generale per gli ordinamenti e l’Ambasciata del Canada, in cui il MIUR si è impegnato ad avviare un primo modulo sperimentale di azioni sinergiche tra gli Istituti Tecnici Superiori e i “Colleges and Institutes" canadesi, istituzioni post-secondarie equiparabili ai nostri ITS.

Come segnalato dalla nota 14054 del 6 dicembre 2016, il primo modulo progettuale, da concludersi entro giugno 2017, è rivolto ai Presidenti degli ITS o loro delegati, presenti nella Cabina di regia nazionale.  Il modulo sperimentale “dovrà avere la durata di tre/cinque giorni durante i quali i partecipanti seguiranno lezioni in aula e visiteranno istituzioni canadesi in contesti urbani e rurali con una full immersion nella realtà didattica e formativa, acquisendo così nuove competenze in dimensione internazionale”.

Per l’individuazione della istituzione scolastica alla quale affidare il compito di coordinamento del modulo sperimentale è stata costituita, con DDG 1381 del 15 dicembre 2016, un’apposita Commissione per la valutazione dei progetti relativi alle attività di carattere internazionali. La Commissione con verbale del 19 dicembre 2016 ha individuato l’istituto di istruzione superiore “L. Einaudi” di Roma. Infine con DDG 1404 del 19 dicembre 2016 è stato formalmente affidato l’incarico a tale istituzione e impegnata la somma di € 65.000,00 per la realizzazione del citato modulo sperimentale. Ricordiamo che tali risorse provengono dal capitolo del bilancio del MIUR relativo alle spese per la realizzazione di attività di formazione e aggiornamento e perfezionamento del personale anche nell’ambito di iniziative comunitarie e internazionali a carattere transnazionale (cap. 1396/2).