FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3898842
Home » Attualità » Formazione lavoro » IFTS ITS PON » Formazione tecnica superiore: due importanti pareri della Conferenza Unificata

Formazione tecnica superiore: due importanti pareri della Conferenza Unificata

Riguardano gli istituti tecnici superiori e i nuovi percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore.

27/12/2012
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Nella seduta del 20 dicembre scorso la Conferenza Unificata ha dato parere favorevole su due schemi di decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali concernenti

  • La revisione degli ambiti di articolazione dell’area “Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali - Turismo“ degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), delle relative figure nazionali di riferimento e dei connessi standard delle competenze tecnico-professionali
  • Le specializzazioni tecniche superiori relative ai percorsi post secondari di istruzione e formazione tecnica superiore di durata annuale (IFTS).

I testi dei due decreti non sono stati ancora resi noti, ma possiamo anticipare i contenuti fondamentali.

Istituti Tecnici Superiori

Nell’ambito dell’area tecnologica denominata “Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali ­ Turismo” vengono istituite quattro nuove figure di tecnico superiore, due nell’ambito “Turismo e attività culturali” e due nell’ambito “Beni culturali ed artistici”. Queste le denominazioni delle nuove figure:

Ambito - Turismo e attività culturali:
1. Tecnico superiore per la promozione del marketing delle filiere turistiche e delle attività produttive: figura che opera nel settore della valorizzazione del territorio nelle sue peculiarità culturali, turistiche ed enogastronomiche
2. Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive: figura che opera nel management dell’impresa turistico-alberghiera

Ambito - Beni culturali e artistici
1. Tecnico superiore per la conduzione del cantiere di restauro architettonico: figura che opera nella conservazione e nel restauro dei beni materiali

2. Tecnico superiore per la produzione/riproduzione di artefatti artistici: figura che opera nella valorizzazione e nella riproduzione di prodotti che caratterizzano tante aree del nostro Paese e impegnano imprese manifatturiere e artigianali protagoniste di settori significativi del Made in Italy: dalla ceramica, all’oreficeria, dalla lavorazione del legno alla fabbricazione di strumenti musicali.

Queste figure modificano quelle previste dal Decreto Interministeriale del 7 settembre 2011 nell’ambito della specifica area tecnologia. Il quadro aggiornato dovrebbe essere pertanto il seguente:

Area tecnologiche

Ambito

Figure

Efficienza energetica

1.1 Approvvigionamento e generazione di energia

1.1.1. Tecnico superiore per l'approvvigionamento energetico e la costruzione di impianti

1.2 Processi e impianti ad elevata efficienza e a risparmio energetico

1.2.1 Tecnico superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici

1.2.2 Tecnico superiore per II risparmio energetico nell'edilizia sostenibile

Mobilità sostenibile

2.1 Mobilità delle persone e delle merci

2.1.1 Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci

2.2 Produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture

2.2.1 Tecnico superiore per la produzione  e manutenzione  di mezzi di  trasporto e/o relative  infrastrutture

2.3 Gestione infomobilità e infrastrutture logistiche

2.3.1 Tecnico superiore per I'infomobilità e le infrastrutture logistiche

Nuove tecnologie della vita

3.1 Biotecnologie industriali e ambientali

3.1.1. Tecnico superiore  per la ricerca e lo  sviluppo  di   prodotti e   processi a base biotecnologica

3.1.2. Tecnico superiore per il sistema qualità di prodotti e processi a base biotecnologica

3.2 Produzione di apparecchi, dispositivi diagnostici e biomedicali

3.2.1. Tecnico superiore per la produzione di apparecchi e dispositivi diagnostici, terapeutici e riabilitativi.

Nuove tecnologie per il Made in Italy

4.1 Sistema agroalimentare

4.1.1. Tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agro­alimentari e agro-industriali

4.1.2. Tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali

4.1.3. Tecnico superiore per la gestione dell'ambiente nel sistema agro-alimentare

4.2 Sistema casa

4.2.1. Tecnico superiore per l'innovazione e la qualità delle abitazioni

4.2.2. Tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing per il settore arredamento

4.3 Sistema meccanica

4.3.1. Tecnico superiore per l'innovazione di processi e prodotti meccanici

4.3.2. Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici

4.4 Sistema moda

4.4.1. Tecnico superiore per il coordinamento dei processi  di progettazione, comunicazione e marketing del prodotto moda

4.4.2. Tecnico superiore dli processo, prodotto, comunicazione e marketing per II settore tessile – abbigliamento - moda

4.4.3.Tecnico superiore di processo e prodotto per la nobilitazione degli articoli tessili -  abbigliamento - moda

4.4.4. Tecnico superiore del processo, prodotto, comunicazione e marketing per il  settore calzature - moda

4.5 Servizi alle imprese

4.5.1. Tecnico superiore per il marketing e l'internazionalizzazione delle imprese

4.5.2. Tecnico superiore per la sostenibilità del prodotti (design e packaging)

Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali - Turismo

Turismo e attività culturali

1. Tecnico superiore per la promozione del marketing delle filiere turistiche e delle attività produttive

2. Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive

Beni culturali e artistici

1. Tecnico superiore per la conduzione del cantiere di restauro architettonico

2. Tecnico superiore per la produzione/riproduzione di artefatti artistici 

Tecnologie della informazione e della comunicazione

6.1 Ambito Metodi e tecnologie per lo sviluppo di sistemi software

6.1.1 Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software

6.2 Ambito Organizzazione e fruizione dell’informazione e della conoscenza           

6.2.1. Tecnico superiore per l’organizzazione e la fruizione dell’informazione e della conoscenza

6.3 Ambito Architetture e infrastrutture per i sistemi di comunicazione

6.3.1. Tecnico superiore per le architetture e infrastrutture per i sistemi di comunicazione

In sintesi: 6 aree tecnologiche, 17 ambiti e 29 figure di tecnico superiore.

Istruzione e Formazione Tecnica superiore (IFTS)

Il DPCM del 25 gennaio 2008, concernente le “Linee  guida  per  la  riorganizzazione  del  Sistema di istruzione e formazione tecnica superiore e la costituzione degli istituti tecnici superiori”, prevedeva una profonda revisione e trasformazione dei percorsi IFTS. Queste gli aspetti più rilevanti.

I percorsi IFTS

  • sono programmati dalle regioni nell'ambito delle   loro   competenze  esclusive  in  materia  di  programmazione dell'offerta formativa
  • hanno,  di regola, la durata di due semestri, per un totale di 800/1000 ore
  • sono finalizzati al conseguimento di un certificato di specializzazione tecnica superiore

Possono iscriversi  i giovani  e  gli  adulti in possesso di uno dei seguenti titoli

  • diploma di istruzione secondaria superiore;
  • diploma  professionale quadriennale di tecnico conseguito bell’ambito dell’istruzione e Formazione Professionale (IeFP)

Inoltre, possono iscriversi anche coloro che sono in  possesso  dell'ammissione al quinto anno dei percorsi della secondaria di II grado nonché  coloro  che non sono in possesso del diploma di istruzione   secondaria superiore, previo accreditamento delle competenze acquisite in precedenti percorsi di istruzione, formazione e  lavoro  successivi  all'assolvimento dell'obbligo di istruzione

I nuovi percorsi IFTS

  • sono progettati e gestiti  da università,  scuole  secondarie di II grado, enti pubblici di ricerca, centri e agenzie di  formazione  professionale accreditati  e imprese o loro associazioni, tra loro associati anche  in forma consortile
  • si riferiscono a settori  produttivi individuati, per ogni triennio, con accordo   in  sede  di  conferenza  unificata 

Questa parte del DPCM 25/01/2008 era rimasta lettera morta ed in più occasione CGIL ed FLC CGIL avevano chiesto l’emanazione delle norma attuative.

Il 20 dicembre scorso la Conferenza Unificata ha dato il parere positivo sullo schema di decreto che individua cinque filiere produttive e venti specializzazioni nazionali. Questo l’elenco:

Manifattura e Artigianato
1. Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del made in Italy

Meccanica Impianti e Costruzione
2. Tecniche di disegno e progettazione industriale
3. Tecniche di industrializzazione del prodotto e del processo
4. Tecniche per la programmazione della produzione e la logistica
5. Tecniche di installazione e manutenzione di impianti civili e industriali
6. Tecniche dei sistemi di sicurezza ambientali e qualità dei processi industriali
7. Tecniche di monitoraggio e gestione del territorio e dell'ambiente
8. Tecniche di manutenzione, riparazione e collaudo degli apparecchi dispositivi diagnostici
9. Tecniche di organizzazione e gestione del cantiere edile
10. Tecniche innovative per l'edilizia

Cultura, Informazione e Tecnologie informatiche
11. Tecniche per la sicurezza delle reti e dei sistemi
12. Tecniche per la progettazione e lo sviluppo di applicazioni informatiche
13. Tecniche per l’integrazione dei sistemi e di apparati TLC
14. Tecniche per la progettazione e gestione di database
15. Tecniche di informatica medica
16. Tecniche di produzione multimediale
17. Tecniche di allestimento scenico

Servizi commerciali
18. Tecniche per l’amministrazione economico-finanziaria

Turismo e Sport
19. Tecniche di progettazione e realizzazione di processi artigianali e di trasformazione agroalimentare con produzioni tipiche del territorio e della tradizione enogastronomica
20. Tecniche per la promozione di prodotti e servizi turistici con attenzione alle risorse, opportunità ed eventi del territorio.