FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3844107
Home » Attualità » Formazione lavoro » Formazione continua » Scuola non statale. FONDER: pubblicato l’avviso n. 01/2007 sulla formazione continua

Scuola non statale. FONDER: pubblicato l’avviso n. 01/2007 sulla formazione continua

Il 1 dicembre 2007 è stato pubblicato l’Avviso per la presentazione dei Piani formativi per l’attuazione di interventi di formazione continua del personale dipendente degli enti religiosi Agidae.

09/01/2008
Decrease text size Increase  text size

L'avviso è aperto dal 1/12/07 al 31/05/08 (con possibilità di proroga dei termini in caso di disponibilità di ulteriori risorse INPS). E' possibile presentare Piani formativi in qualsiasi momento (utilizzando il sistema on line Fonderweb).

Verranno compilate due distinte graduatorie: la prima per i Piani presentati entro il 31/01/08 (per 1.000.000 di euro); la seconda per i Piani presentati tra il 1° febbraio ed il 31 maggio 2008 (per 1.000.000 di euro). I piani finanziabili nella 1° graduatoria possono chiedere di accedere con il punteggio ottenuto anche alla seconda oppure si possono ripresentare i piani.

L’importo complessivo dell’Avviso è di 2.000.000 di euro suddiviso a metà per le 2 scadenze. Gli importi sono ripartiti per i due Comparti: 70% Scuola; 30% Socio-assistenziale. Viene garantita una quota di riserva per le regioni del Sud, non inferiore al 20%.

Con la pubblicazione dell’Avviso, Fond.E.R., operativo dal luglio del 2006, prosegue nella promozione della formazione continua dei dipendenti degli Enti Religiosi in un'ottica di qualificazione dei lavoratori e miglioramento dei servizi offerti dalle imprese aderenti al Fondo.. Trattandosi di un fatto e di un’opportunità importanti, riteniamo utile fornire alcuni brevi cenni su FondER e sull’ Avviso n. 01/2007

Breve presentazione del Fondo

Fond.E.R. è il fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e dall’organizzazione datoriale Agidae il 21/07/05, ed autorizzato ad operare dal Ministero del lavoro con decreto del 1 settembre 2005.
Al momento, Fond.E.R. raggruppa - e si articola in - due comparti: Scuola e Socio-sanitario-assistenziale-educativo. In prospettiva, è possibile la costituzione di altri Comparti secondo le modalità previste dallo statuto.
FondER, nell'ambito delle proprie linee strategiche di programmazione formativa, promuove e finanzia - secondo le modalità fissate dall'art. 118 della Legge n. 388/2000 e successive modifiche ed integrazioni – Piani formativi aziendali, territoriali, settoriali, o anche individuali, di/e tra enti ecclesiastici, associazioni, fondazioni, cooperative, imprese con o senza scopo di lucro, aziende di ispirazione religiosa, nonché di tutte le imprese che aderiscono al Fondo, concordati tra le Parti ed in coerenza con la programmazione regionale e con le funzioni d’indirizzo attribuite in materia al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Individua altresì politiche di qualità nella formazione professionale continua e premia esperienze di eccellenza.

Il Fondo è articolato al suo interno in due Comparti:

a. Scuola;
b. Socio-Sanitario-Assistenziale-Educativo.

In generale, il bacino di utenza a cui il Fondo si rivolge è costituito dall’intero mondo dell’istruzione e della formazione professionale non statale o regionale e delle istituzioni socio-assistenziali e ricettive. A settembre 2007 risultano iscritte a Fond.E.R. più di 8.000 aziende per oltre 92.000 lavoratori dipendenti, di cui la maggior parte appartenenti al comparto Scuola (70 %).
Il Fondo è operativo da luglio 2006.

L’Avviso n. 01/2007 in sintesi

Sono Enti beneficiari dei Piani formativi gli enti ecclesiastici, le associazioni, le fondazioni, le cooperative e aziende di ispirazione religiosa, le imprese con o senza scopo di lucro che hanno aderito a FondER fino al giorno prima della presentazione del Piano formativo, purché documentabile l’avvenuta comunicazione all’INPS.

La partecipazione ai Piani formativi in qualità di beneficiari della formazione per i propri lavoratori è da considerarsi sempre a livello di Ente giuridico (p.e. in caso di Casa/Istituto appartenente ad una Congregazione, il beneficiario del Piano formativo è l’Ente giuridico – la Congregazione stessa - seppure le attività trovino attuazione in una sua Casa/suo Istituto).

Sono destinatari dei Piani formativi i lavoratori degli Enti beneficiari, rientranti nelle seguenti tipologie:

a. lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato, compreso il tempo parziale;
b. lavoratori assunti con contratto a tempo determinato, compreso il tempo parziale;
c. lavoratori temporaneamente sospesi per crisi congiunturale, riorganizzazione aziendale e/o riduzione temporanea di attività;
d. lavoratori religiosi.

Con riferimento ai lavoratori religiosi, per la rendicontazione ci si atterrà alle indicazioni scritte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Sono considerati Soggetti attuatori coloro che presentano domanda di finanziamento e gestiscono i Piani formativi finanziati dal Fondo.

Come indicato nel POA ed in coerenza con la C.M. n. 36 del 18 novembre 2003 del MLPS, possono presentare domanda di finanziamento a FondER, in qualità di Soggetti attuatori:

1. gli Enti beneficiari aderenti a FondER in regola con il versamento dello 0,30 per i propri dipendenti, relativamente ai Piani direttamente rivolti ai propri lavoratori;

2. gli Organismi di formazione delegati formalmente dagli Enti beneficiari aderenti a FondER e coinvolti nel Piano, che dimostrino alternativamente uno dei seguenti requisiti:

A. possesso di accreditamento presso le singole Regioni/Province Autonome;
B. enti cui aderiscono i soggetti aderenti a FondER, in possesso di accreditamento presso il Ministero della Pubblica Istruzione per la formazione del personale della Scuola (DM n.177/2000) e contestualmente1:
B.1 siano in possesso di certificazione di qualità secondo la norma ISO 9001:2000 nel settore EA 37;
B.2 oppure dimostrino l’avvio formale della procedura di certificazione;
C. possesso dei requisiti di cui all’art. 5, lettera B, punti a,b,c,d,e,f, della Legge 845/782 e della certificazione di qualità secondo la norma ISO 9001:2000 nel settore EA 37.

Inoltre, possono presentare domanda di finanziamento anche ATI/ATS - costituite o da costituire - Consorzi, attraverso il capofila.

Sono interventi finanziabili con il Bando:
- Piani formativi aziendali;
- Piani formativi a rete;
- Piani formativi territoriali;
- Piani formativi settoriali.

Sono tematiche individuate nel Bando, a titolo generale ed esemplificativo ma non vincolante per la presentazione dei Piani:
a. sicurezza e salute sui luoghi di lavoro;
b. qualità e miglioramento del servizio e delle prestazioni;
c. tecniche di relazione e comunicazione;
d. innovazione tecnologica;
e. innovazione organizzativa, metodologica e di contenuto dell’attività lavorativa;
f. tutela dei dati personali.

E’ elemento obbligatorio l’Accordo formale tra le Parti Sociali, sottoscritto tra la parte datoriale e le parti sindacali, nell’ambito delle Organizzazioni che fanno riferimento alle categorie firmatarie del CCNL applicato, con le modalità precisate nell’avviso.

La Domanda di finanziamento, comprensiva dei relativi allegati richiesti come elencati al successivo articolo 13. del presente Avviso va presentata, pena la non ammissibilità, nella modulistica messa a disposizione da FondER, utilizzando l’applicativo online messo a disposizione sul portale del Fondo ‘FonderWeb’ all’indirizzo www.fonder.it. Per accedere all’area riservata per la presentazione dei Piani formativi è necessario creare il profilo utente che consente di ottenere nome e password d’accesso. Le relative indicazioni operative saranno disponibili sul sito del Fondo.

L’invio online dal portale Fonderweb della domanda di finanziamento è obbligatorio.

Successivamente all’invio online tutta la documentazione richiesta va inoltrata anche in formato cartaceo a FondER, alternativamente:
a. via posta per raccomandata con ricevuta con avviso di ritorno, indirizzata a:

FondER
Via Vincenzo Bellini n. 10
00198 ROMA

b. a mano, consegnate e protocollate presso la Segreteria di FondER all’indirizzo su indicato, dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: 10,00 – 12,00 e 15,00 – 16,00.

Fa fede la data di ricezione del plico a FondER.

Si rimanda all’avviso per le ulteriori specifiche ed al sito di FondER all’indirizzo http://www.fonder.it per tutta la documentazione del Fondo a supporto degli aderenti e dei soggetti attuatori.

E’ disponibile inoltre un servizio di Assistenza tecnica:
- tramite telefono, al n. 06 85457401;
- via posta elettronica, all’indirizzo e-mail: fonder@fonder.it;
- a sportello, esclusivamente per appuntamento telefonico, presso la sede di FondER.

Inoltre sarà attivo un help desk tecnico relativo alle problematiche software:

- al numero telefonico 06 85457403;
- via posta elettronica, all’indirizzo e-mail: ict@fonder.it.

Roma, 9 gennaio 2008