FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3942911
Home » Attualità » Formazione lavoro » Alternanza scuola-lavoro e tutor territoriali: facciamo il punto della situazione

Alternanza scuola-lavoro e tutor territoriali: facciamo il punto della situazione

Concluse le prime procedure selettive. FLC CGIL, CISL Scuola, Uil Scuola e SNALS hanno chiesto un incontro urgente.

03/10/2017
Decrease text size Increase  text size

Nei mesi scorsi sia la Ministra dell’istruzione Fedeli che il Ministro del lavoro Poletti hanno pubblicizzato e annunciato un accordo tra i due ministeri per l’individuazione di mille tutor territoriali con il compito di mettere in contatto le istituzioni scolastiche e il mondo del lavoro per favorire l’effettuazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro. Ad ogni tutor sarebbero affidate cinque istituzioni scolastiche della secondaria di II grado.

La procedura di individuazione dei tutor è stata curata da Anpal Servizi (ex Italia lavoro), la quale nel mese di giugno ha emanato 20 avvisi di vacancy, una per Regione compresa la provincia autonoma di Trento ed esclusa quella di Bolzano, oltre ad alcuni avvisi relativi a figure che opereranno a livello centrale. Questa prima procedura prevedeva l’individuazione di 264 “Professional – tutor della transizione”. La scadenza per la presentazione delle istanze era il 27 giugno 2017.

Al termine delle selezioni la situazione è la seguente

Sede Posti Vincitori  Idonei
ABRUZZO 9 9 7
BASILICATA 5 5 2
CALABRIA 13 13 1
CAMPANIA 25 15 0
EMILIA ROMAGNA 16 16 10
FRIULI VENEZIA GIULIA 6 6 0
LAZIO 22 22 1
LIGURIA 8 8 6
LOMBARDIA 35 34 0
MARCHE 9 9 9
MOLISE 2 2 1
PIEMONTE 17 17 4
PUGLIA 19 19 4
SARDEGNA 9 9 4
SICILIA 24 24 3
TOSCANA 14 14 8
TRENTINO ALTO ADIGE-PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO 5 3  0
UMBRIA 5 5 5
VAL D'AOSTA 3 3 1
VENETO 18 18 4
TOTALE 264 251 70

Inoltre sono state attivate procedure selettive in 17 Regioni (con esclusione di Marche, Valle d’Aosta e Trento) e una procedura nazionale per l’individuazione di ulteriori 55 aspiranti per il profilo “Professional” con il compito di supportare i tutor della transizione

  • nella pianificazione delle azioni da svolgere negli Istituti Scolastici
  • nella strutturazione dei servizi per la transizione scuola-lavoro e per l'alternanza
  • nella realizzazione delle azioni di assistenza tecnica agli Istituti scolastici
  • nell'organizzazione di attività di trasferimento di metodologie e strumenti per la transizione agli operatori degli Istituti scolastici, delle imprese e di altri stakeholder
  • nella realizzazione di reti di imprese e di stakeholder funzionali ai percorsi di transizione
  • nel monitoraggio dei percorsi di transizione realizzati dalle reti di imprese e dagli stakeholder
  • nella gestione e risoluzione di eventuali criticità.

Attualmente risultano vincitori 33 candidati e 19 idonei.

Anpal servizi ha infine attivato le seguenti ulteriori procedure selettive per l’individuazione di profili professionali che opereranno a livello centrale

Profilo

Posti

Vincitori

Idonei

PROFESSIONAL DELLA TRANSIZIONE

22

22

1

ESPERTO DELLA TRANSIZIONE

17

17

7

A tutti i vincitori saranno conferiti incarichi di collaborazione (per il profilo “Professional”, contratti a tempo determinato) della durata di 36 mesi che si concluderanno non oltre il 31 dicembre 2020.

È chiaro che l’iniziativa in questione pone numerosi interrogativi rispetto alle modalità di raccordo tra scuole e tutor, alla obbligatorietà delle prime di utilizzare questi profili professionali, al coordinamento con il Registro Nazionale per l’alternanza scuola-lavoro.

Per questi motivi nei giorni scorsi la FLC CGIL, la CISL Scuola, la Uil scuola, lo SNALS, hanno richiesto un incontro urgente al MIUR sull’argomento.