FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3959266
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PON “Per la Scuola” e smart class I ciclo: chiarimenti sulle proroghe

PON “Per la Scuola” e smart class I ciclo: chiarimenti sulle proroghe

La proroga riguarda anche le scuole che hanno stipulato un contratto/ordine entro il 30 ottobre ma non lo hanno inserito nella piattaforma GPU.

12/11/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

L'autorità di gestione del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014/2020 con due distinte note aveva prorogato la data di chiusura dei progetti relativi alle smart class per CPIA, sedi carcerarie e scuole polo in ospedale (nota 10478/20) e per le scuole del primo ciclo (nota 4878/20).

Con nota 31094 del 28 ottobre 2020 la chiusura dei progetti relativi al I ciclo è stata prorogata al 29 gennaio 2021 (scadenza precedente, 30 ottobre 2020). La medesima nota stabiliva che il provvedimento di proroga sarebbe stato concesso solo per i progetti che alla data del 30 ottobre 2020 risulteranno avere almeno un contratto\ordine, relativo alla voce di costo Forniture, correttamente inserito nella apposita sezione della piattaforma GPU e costituisce anche riscontro alle richieste di proroga pervenute.

L’AdG è intervenuta ulteriormente con la nota 31939 del 4 novembre 2020, allargando le maglie rispetto alla richiesta di proroga. In particolare le istituzioni scolastiche che al 30/10/2020, pur avendo stipulato almeno un contratto\ordine relativo alla voce di costo Forniture, non hanno provveduto ad inserire la documentazione richiesta nella apposita sezione della piattaforma GPU, per poter usufruire della proroga dovranno inviare entro il 13 novembre apposita richiesta, utilizzando la funzione ticket (Indirizza all’AdG, FESR, area Gestione) e allegando il file relativo al contratto\ordine, p.v. motivando le ragioni del precedente mancato inserimento nei termini previsti.

Sempre entro il 29 gennaio dovrà essere completato l’inserimento dei dati, compresa la scheda di valutazione degli interventi, ed effettuata la chiusura sulla piattaforma GPU.