FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3942761
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PON “Per la Scuola” e Sistema Nazionale di valutazione: lo stato dell’arte

PON “Per la Scuola” e Sistema Nazionale di valutazione: lo stato dell’arte

Si conferma il ruolo strategico dei Fondi Europei nell’implementazione del SNV.

27/09/2017
Decrease text size Increase  text size

Come è noto la costruzione del Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) del settore scolastico è stato un elemento di forte discussione durante la trattativa tra l’Italia e la Commissione Europea sulla programmazione dei Fondi Strutturali e di Investimento Europei (Fondi SIE) per il periodo di programmazione 2014-2020. In particolare l’Unione Europea chiedeva, nell’ambito della complementarietà tra Fondi SIE e politiche promosse con risorse nazionali e ai sensi dell’art. 19 del Regolamento 1303/13, il rispetto della seguente condizionalità ex ante: “Esistenza di un quadro politico strategico inteso a ridurre l'abbandono scolastico (ESL)”.

I criteri di adempimento erano i seguenti:

  • Esistenza di un sistema per la raccolta e l'analisi di dati e informazioni sull'abbandono scolastico ai livelli pertinenti, che fornisca un supporto di dati di fatto sufficiente per elaborare politiche mirate e tenga sotto controllo gli sviluppi.
  • Esistenza di un quadro politico strategico sull'abbandono scolastico, che:
    • si basi su dati di fatto;
    • copra i settori pertinenti dell'istruzione, compreso lo sviluppo della prima infanzia, si occupi in particolare dei gruppi vulnerabili maggiormente a rischio di abbandono scolastico, compresi gli appartenenti a comunità emarginate, e tratti misure di prevenzione, intervento e compensazione;
    • coinvolga tutti i settori politici e le parti interessate che sono rilevanti per affrontare l'abbandono scolastico.

L’approvazione del DPR 80/2013 “Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione”, rientrava nel processo di adempimento della sopra citata condizionalità.

La gran parte delle azioni di implementazione del SNV è finanziato dal PON "Per la scuola".

Facciamo il punto della situazione dei progetti in atto e di quelli che saranno attivati.

Progetto “Misurazione diacronico-longitudinale dei livelli di apprendimento degli studenti”

Il progetto formalizzato nell’ambito della Convenzione MIUR/INVALSI del 16/12/2015, ha uno stanziamento di Euro 14.760.930,00, e si concluderà nel 2023.

Nel 2016 sono state effettuate le seguenti azioni

  • prima implementazione per la somministrazione computer based (CBT) delle prove standardizzate
  • avvio delle fasi di pre-test delle prove sia in formato CBT sia in formato cartaceo (P&P)
  • migrazione delle domande dal formato P&P verso il formato CBT
  • analisi degli effetti della transizione dal P&P al CBT
  • prima sperimentazione della somministrazione su larga scala degli strumenti per la rilevazione delle informazioni di contesto legate alle prove cognitive (provincia autonoma di Trento)
  • somministrazione CBT di prove per la formazione professionale
  • ancoraggio delle prove per la misurazione diacronico-longitudinale degli apprendimenti (scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado)
  • implementazione dei modelli analitici per la restituzione dei risultati delle prove cognitive in modalità diacronico-longitudinale
  • costruzione delle prove cognitive per l’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado per il completamento del sistema di misurazione diacronico-longitudinale degli apprendimenti
  • costruzione delle banche di domande per le prove CBT
  • definizione del disegno di rilevazione delle prove d’inglese
  • adattamento della piattaforma per la somministrazione CBT delle prove in una prospettiva CBT.

Dati tecnici

  • alunni coinvolti: ca. 40.000
  • classi coinvolte: ca. 2.500
  • scuole coinvolte: ca. 1.000
  • docenti interessati (a vario titolo): ca. 1.500
Progetto “ValuE (Valutazione/Autovalutazione Esperta)”

Il progetto, formalizzato nella Convenzione MIUR/INVALSI del 15/12/2015, con uno stanziamento di risorse pari a Euro 15.760.098,88, si svolgerà fino al 2023 e si configura come azione di verifica e valutazione in itinere del Sistema Nazionale di Valutazione.

Nel 2016 sono state effettuate le seguenti azioni

  • Uso degli indicatori del Rapporto di Autovalutazione (RAV) da parte dei Nuclei Esterni di Valutazione (NEV): qnestionario online per valutare la percezione dei componenti dei NEV circa l'utilità (face validity) degli indicatori del RAV (face validity)
  • Questionario di percezione sui processi di autovalutazione rivolto ai Dirigenti, e ai componenti del Nucleo di autovalutazione (NAV): Nella rilevazione sono coinvolti 725 Dirigenti scolastici di altrettante scuole e circa 5.000 componenti dei NAV 
  • Metavalutazione del RAV
  • Validazione degli indicatori del Questionario scuola
Progetto “ProDis – Strumenti e metodi per la promozione della professionalità del dirigente scolastico”

Il progetto, formalizzato nella Convenzione MIUR/INVALSI del 27/10/2016, con uno stanziamento di risorse pari a Euro 2.312.785,00, si configura come azione di supporto e accompagnamento alla valutazione dei dirigenti scolastici, nell’ambito dello sviluppo del Sistema Nazionale di Valutazione del MIUR. La conclusione del progetto è prevista per dicembre 2019.

Nell’anno 2016 sono state realizzate le seguenti azioni

  • nomina e insediamento del Gruppo interistituzionale e del Comitato scientifico
  • realizzazione del primo seminario con i Direttori regionali e i referenti
  • predisposizione e emanazione della selezione di evidenza pubblica di 15 formatori senior e di 1 coordinatore
  • revisione degli strumenti e degli indicatori per la valutazione dei dirigenti scolastici.
Valutazione di impatto degli interventi di contrasto alla dispersione scolastica

Nel 2016 l’Autorità di Gestione del PON istruzione ha inoltrato formale richiesta di collaborazione all’INVALSI per la realizzazione di una valutazione d’impatto delle azioni di inclusione sociale e di lotta al disagio, attraverso l’applicazione della metodologia controfattuale.

Il progetto intende verificare l’efficacia degli interventi in relazione ai seguenti aspetti:

  • diminuzione dei livelli di dispersione scolastica e cambiamenti nei comportamenti degli studenti (livello di assenze, rendimenti, problemi disciplinari, …)
  • attenuazione dell’effetto dei fattori di rischio
  • modifiche negli atteggiamenti degli studenti nei confronti del percorso scolastico
  • studio delle modalità con cui i singoli interventi abbiano inciso causalmente sull’outcome di interesse, ossia dispersione scolastica e valutazione dell’eterogeneità degli effetti degli interventi per diversi sotto-gruppi di destinatari e per diversi contesti territoriali.

Il cronoprogramma prevede l’avvio del progetto a Novembre 2017 e la conclusione a giugno 2020.

Progetto “Analisi di implementazione degli interventi di contrasto alla dispersione scolastica”

A dicembre 2016 l’Autorità di Gestione ha avviato una collaborazione con un gruppo di esperti di analisi delle politiche pubbliche del Consiglio Regionale della Lombardia, al fine di realizzare uno studio volto a verificare lo stato di avanzamento degli interventi previsti dal PON di contrasto alla dispersione scolastica e l’attuazione dei progetti di inclusione e lotta al disagio sociale. Il gruppo di esperti ha messo a punto un disegno di ricerca con i seguenti obiettivi:

  • osservare eventuali scostamenti dal disegno originario e le ragioni che li hanno motivati
  • fornire eventuali indicazioni e suggerimenti per le future programmazioni
  • delineare il disegno di valutazione per stimare il contributo della misura alla riduzione dell’abbandono precoce, degli episodi che rallentano il percorso di studi, delle disparità tra i territori.

Il cronoprogramma prevede l’avvio del progetto a Novembre 2017 e la conclusione a dicembre 2019.

Cronoprogramma delle ulteriori azioni valutative

Nella seguente tabella alcune delle azioni che saranno avviate nell’ambito del Piano di Valutazione (PdV) del PON, con un cronoprogramma indicativo:

Valutazioni previste nel PdV

Tempi

Gli effetti degli interventi di potenziamento delle dotazioni tecnologiche e degli ambienti di Apprendimento

(metodologia controfattuale)

Ottobre 2018 - Giugno 2020

La ricaduta degli interventi di formazione del personale della scuola sull’innovazione delle metodologie didattiche

Ottobre 2018 - Giugno 2020