FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3939087
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PON “Per la scuola” e scuola dell’infanzia statale: accolte le nostre richieste su modalità di realizzazione delle attività e proroga per la presentazione delle candidature

PON “Per la scuola” e scuola dell’infanzia statale: accolte le nostre richieste su modalità di realizzazione delle attività e proroga per la presentazione delle candidature

Riguardano l’avviso sulle “Competenze di base”.

24/04/2017
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Una delle novità più rilevanti della programmazione 2014–2020 dei Fondi Strutturali e di investimento Europei (Fondi SIE) è l’inserimento nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola - Competenze e ambienti per l’apprendimento” di specifiche iniziative rivolte alla scuola dell’infanzia.

A tal fine con nota 1953 del 21 febbraio 2017 è stato emanato uno specifico avviso relativo al potenziamento delle competenze di base in chiave innovativa che riguarda oltre alla scuola dell’infanzia, anche le scuole del il I e II ciclo del sistema educativo.  L'Avviso rientra negli interventi dell'ASSE I "Istruzione" PON finanziati dal FSE (Fondo Sociale Europeo).

Di seguito lo schema sintetico della tipologia di attività finanziate relative alla scuola dell’infanzia

Priorità di investimento

Obiettivo specifico

Azione

Sotto-azioni poste a bando

Tipo di intervento
(modulo)

10.1 Riduzione e prevenzione dell’abbandono scolastico precoce, promozione dell'uguaglianza di accesso all'istruzione prescolare, primaria e secondaria di buona qualità, inclusi i percorsi di apprendimento formale, non formale e informale, che consentano di riprendere l'istruzione e la formazione

10.2 Miglioramento delle competenze chiave degli allievi

10.2.1 Azioni specifiche per la scuola dell’infanzia (linguaggi e multimedialità – Espressione creativa-espressività corporea)

10.2.1.A Azioni specifiche per la scuola dell’infanzia

Linguaggi

Educazione bilingue –educazione plurilingue

Multimedialità

Musica

Espressione corporea (attività ludiche, attività psicomotorie)

Espressione creativa (pittura e manipolazione)

Pluri-attività (attività educative propedeutiche di pregrafismo e di precalcolo, multiculturalità, esplorazione dell’ambiente, ecc.)

L’avviso prevedeva una norma di carattere generale secondo cui i progetti presentati devono essere: “…aggiuntivi rispetto alla propria ordinaria attività in orario non coincidente con le attività curricolari e in sinergia con le stesse…”. Per la scuola dell’infanzia tale disposizione costituisce un problema.

L’orario della scuola dell’infanzia è normalmente di otto ore giornaliere e, anche in considerazione dell’età dei bambini, non è pensabile dilatare ulteriormente tale tempo. Per questo motivo come FLC CGIL abbiamo formalizzato una richiesta all’Autorità di Gestione (AdG) del PON affinché la norma fosse interpretata nel senso che l’orario deve essere considerato aggiuntivo non per i bambini, ma rispetto al servizio degli insegnanti.  Abbiamo sottolineato come una tale interpretazione avrebbe consentito la creazione di spazi di contemporaneità da utilizzare, con il contributo dell’esperto, per la realizzazione di attività a piccoli gruppi, per iniziative sistematiche di continuità verticale, per attività scientificamente validate di osservazione del contesto educativo. Inoltre, tenuto conto della novità dell’intervento, abbiamo chiesto la proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle candidature (prevista per il 28 aprile 2017).

L’AdG con nota 4232 del 21 aprile 2017 ha accolto le richieste della FLC CGIL. In particolare si precisa che i progetti ricolti alle alunne e agli alunni della scuola dell’infanzia “possono essere realizzati, (…), anche nella fascia oraria curriculare, ferma restando la completa fruizione del curricolo scolastico e il richiamato principio secondo il quale il personale scolastico non può essere remunerato con i fondi strutturali per le attività prestate durante l’orario di servizio”.

La nota inoltre proroga al 16 maggio 2017 il termine per la presentazione dei progetti relativi potenziamento delle competenze di base in chiave innovativa. Conseguentemente la nuova scadenza per la trasmissione dei progetti con firma digitale è stata fissata al 22 maggio 2017.