FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3951559
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Normativa » Erasmus » Erasmus +: pubblicati gli esiti dell’Azione chiave 1 (KA1) “Mobilità per l’apprendimento” annualità 2019 relativi all’istruzione scolastica

Erasmus +: pubblicati gli esiti dell’Azione chiave 1 (KA1) “Mobilità per l’apprendimento” annualità 2019 relativi all’istruzione scolastica

199 progetti finanziati per quasi dieci milioni di euro.

03/06/2019
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

L’INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) ha reso noto il 28 maggio scorso gli esiti relativi all’Azione chiave 1 (KA1) “Mobilità per l’apprendimento” per l’anno 2019  nell’ambito del programma europeo Erasmus + relativo all’istruzione scolastica.

I progetti di mobilità possono comprendere varie tipologie di attività presso scuole o Enti con sede in un paese diverso dal proprio tra i paesi partecipanti al Programma

  • Attività di insegnamento che permette a tutto il personale docente di insegnare presso una scuola partner europea.
  • Corsi strutturati o eventi di formazione
  • Job shadowing ossia periodo di osservazione presso una scuola partner o in un altro ente competente in materia di istruzione scolastica

La scadenza per la presentazione dei progetti per il 2019 era il 12 febbraio.

Per il 2019, dato il contesto attuale riguardo ai migranti, rifugiati e richiedenti asilo, è stata data particolare attenzione ai progetti incentrati sull’aggiornamento degli insegnanti su tematiche quali la formazione dei bambini rifugiati, le classi interculturali, l’insegnamento agli alunni nella loro seconda lingua, la tolleranza e la diversità in classe.

Potevano presentare progetti sia singole istituzioni scolastiche, sia le scuole italiane all’estero in uno dei paesi del Programma e dipendenti dal MIUR, sia consorzi composti da minimo due scuole coordinate da un’autorità scolastica locale/regionale (USR, Sovrintendenza Scolastica della Valle d’Aosta, il Dipartimento della Conoscenza della Provincia di Trento, le Intendenze Scolastiche della Provincia di Bolzano).

Sono pervenute 496 candidature. Le proposte approvate a seguito delle procedure di valutazione sono state 199 di cui 4 presentati a cura degli Uffici Scolastici regionale. Le proposte in lista di riserva sono 17. Tutte le altre sono state respinte. In questa tabella la sintesi degli interventi approvati

Regione o Provincia Autonome

Finanziamenti

Progetti approvati

di cui presentati dagli Uffici Scolastici Regionali

ABRUZZO

497.474,00

8

1

BASILICATA

459.755,00

7

BOLZANO

52.725,00

1

CALABRIA

701.212,00

11

CAMPANIA

1.701.856,00

29

EMILIA ROMAGNA

374.204,00

9

FRIULI VENEZIA GIULIA

386.027,00

8

LAZIO

983.915,00

25

LIGURIA

160.585,00

3

LOMBARDIA

848.137,00

23

2

MARCHE

417.479,00

9

MOLISE

49.334,00

1

PIEMONTE

607.620,00

12

PUGLIA

511.653,00

10

SARDEGNA

195.108,00

4

SICILIA

1.206.521,00

25

TOSCANA

266.913,00

4

1

UMBRIA

68.662,00

2

VENETO

367.422,00

8

TOTALE

9.856.602,00

199

4

Ricordiamo che in Italia sono tre le Agenzie Nazionali chiamate dalle rispettive Autorità Nazionali a gestire le azioni decentrate di Erasmus+, ciascuna su specifici ambiti di competenza: INDIRE per l’istruzione scolastica, l’istruzione superiore e l’educazione degli adulti, l'Agenzia Nazionale per i Giovani per la gioventù e INAPP per l’istruzione e la formazione professionale (VET – Vocational Education and Training).