FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3962672
Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Assegnate le risorse per l’animatore digitale per l’anno scolastico 2021/2022

Assegnate le risorse per l’animatore digitale per l’anno scolastico 2021/2022

Mille euro per ciascuna istituzione scolastica. 8,184 milioni di euro le risorse complessive. Il contributo dovrà essere speso e rendicontato entro il 30 giugno 2022.

26/07/2021
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Con la nota 20518 del 21 luglio 2021 della Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale, il Ministero dell’Istruzione comunica l’assegnazione delle risorse per l'attuazione dell'Azione #28 del Piano nazionale per la scuola digitale ai sensi dell’articolo 1, comma 512, della legge 178/21 e del decreto ministeriale 147/21.

L’Azione #28 “Un animatore digitale in ogni scuola”, prevede l’individuazione di “un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, avrà un ruolo strategico nella diffusione dell’innovazione a scuola”.

Le risorse pari a euro 8.184.000,00.

Il contributo è pari a mille euro per istituto ed è finalizzato alla realizzazione di attività negli ambiti della formazione interna, del coinvolgimento della comunità scolastica e della creazione di soluzioni innovative.

Il contributo è stato assegnato in un’unica soluzione nel mese di luglio 2021 alle istituzioni scolastiche ed educative statali.

La 20518/21 chiarisce che il contributo potrà essere speso e rendicontato entro il 30 giugno 2022.

Costituiscono spese ammissibili esclusivamente

  • i costi relativi all’acquisto di beni e attrezzature per la didattica digitale
  • i costi di personale connessi alle attività formative
  • i costi di assistenza tecnica

senza vincoli percentuali di spesa per ciascuna voce.

Il monitoraggio delle azioni realizzate e la rendicontazione delle spese avvengono attraverso l’applicativo “PNSD - Gestione bandi”, presente all’interno dell’area riservata del sito del Ministero dell’istruzione.

Eventuali quesiti dovranno essere inviati esclusivamente tramite il suddetto applicativo, utilizzando la funzione “Le tue richieste”.