FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3815677
Home » Attualità » Europa e Mondo » Unione Europea. Le priorità nel settore educazione per il prossimo semestre

Unione Europea. Le priorità nel settore educazione per il prossimo semestre

Unione Europea, gennaio 2004

29/01/2003
Decrease text size Increase  text size

Il primo gennaio, l’Irlanda ha assunto la presidenza dell’Unione Europea per il prossimo semestre. Nel discorso iniziale la Presidenza Irlandese ha definito alcune priorità relative alle diverse aree d’intervento politico. Per il settore dell’educazione, le tre principali priorità riguardano l’accessibilità ai percorsi d’istruzione, formazione e apprendimento per la vita, Europass e il rapporto intermedio di attuazione degli obiettivi fissati nel summit di Lisbona.

Accessibilità. L’allargamento dell’Unione Europea, previsto per il prossimo Maggio, arricchirà ulteriormente il capitale umano presente nell’unione. E’ quindi intenzione della Presidenza Irlandese incoraggiare misure che assicurino l’accessibilità dei percorsi di istruzione e formazione per la vita, necessari perché le persone possano realizzare a pieno le proprie potenzialità nella società della conoscenza.

Europass. Data l’importanza del riconoscimento delle qualifiche per la mobilità lavorativa dei cittadini dell’Unione Europea, la Presidenza Irlandese presterà maggiore attenzione all’iniziativa Europass per la trasparenza e il riconoscimento reciproco delle qualifiche e delle competenze

Rapporto intermedio In occasione del Consiglio europeo nella primavera 2004, sarà presentato il primo rapporto intermedio sugli obiettivi definiti a Lisbona, da attuare entro il 2010, in cui si stabiliranno le direzioni in cui procedere.

La lettura completa può essere fatta sul sito della Presidenza Europea: http://www.eu2004.ie/templates/homepage.asp?sNavlocato=1

UNIONE EUROPEA. UN NUOVO SITO WEB SULL’ATTUAZIONE DI “ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2010”

La Commissione ha lanciato un nuovo sito web “Istruzione e formazione 2010 – Sistemi diversi, Obiettivi condivisi” in cui sono contenute tutte le principali informazioni relative le strategie di Lisbona e l’educazione.

Nel sito si possono trovare informazioni dettagliate, i principali documenti preparatori e le diverse tipologie di programmi ed iniziative. Sono, inoltre, reperibili documenti dei gruppi di lavoro e le novità relative alla strategia di Lisbona, utili all’aggiornamento sulle ultime attività ed azioni intraprese.

Nome del sito: http://europa.eu.iiint/comm/education/policies/2010/et­

UNIONE EUROPEA. RIUNIONE DEL CONSIGLIO EDUCAZIONE GIOVENTU’ E CULTURA

Il 24 e 25 Novembre scorso il Consiglio Educazione, gioventù e cultura si è riunito a Bruxelles, adottando le seguenti decisioni:

Erasmus Mundus

Il Consiglio ha adottato all’unanimità il programma Erasmus Mundus che, nell’arco di cinque anni (2004-2008), si prefigge l’obiettivo di innalzare la qualità dell’istruzione superiore e promuovere la conoscenza e la comprensione interculturale attraverso la cooperazione con paesi del terzo mondo. Il budget previsto è di € 430 milioni.

Apprendimento a distanza

Il programma, adottato dal Consiglio all’unanimità, sarà attuato nel prossimo triennio (2004-2006) e cercherà di integrare le nuove tecnologie informatiche nei sistemi d’istruzione e formazione europei.

Sistemi di istruzione e formazione in Europa

Per quanto riguarda la prima verifica di attuazione del dettagliato programma di lavoro finalizzato al raggiungimento degli obiettivi per l’educazione e la formazione definiti a Lisbona, la maggioranza dei presenti ha concordato i seguenti punti

· maggiore impulso alla messa in atto degli obiettivi prefissati. Per questo motivo verrà formato un gruppo di lavoro ad alto livello.

· Il monitoraggio della Commissione non dovrà avere carattere burocratico, ma dovrà essere flessibile e rispettoso del principio della sussidiarietà. Non saranno necessari rapporti annuali da aprire dei singoli Stati.

· Il programma di lavoro e gli indicatori di riferimento dovranno tenere in conto le caratteristiche di ciascuno stato membro e i rispettivi livelli

· Il rapporto intermedio dovrà enfatizzare i risultati raggiunti dagli Stati membri nell’attuazione del programma.

I Ministri dell’educazione e la Commissione dovranno presentare un resoconto sul lavoro fatto finora in occasione del Consiglio europeo nella primavera prossima, per cui sarà adottato un rapporto intermedio a fine febbraio.

Piano d’azione per l’apprendimento delle lingue

Il Consiglio ha preso visione del piano d’azione per il periodo 2004-2006, fatto dalla Commissione, per la “promozione dell’apprendimento delle lingue e la diversità linguistica”. I punti nodali del programma sono l’apprendimento delle lingue per tutto l’arco della vita, il miglioramento della qualità dell’insegnamento e la costruzione di un ambiente favorevole all’apprendimento delle lingue. Obiettivo principale del piano è far sì che ogni alunno/a apprenda almeno due lingue straniere. La Commissione presenterà un rapporto di valutazione del piano d’azione al Parlamento Europeo nel 2007.

Promozione delle attività di organismi a livello europeo nel settore giovanile

E’ stato trovato un accordo politico sulla proposta di adottare un programma comunitario per promuovere le attività di organismi che a livello europeo agiscano nel settore giovanile. IL programma è suddiviso principalmente in sovvenzioni per le attività del FORUM dei giovani europeo e per le attività di organizzazioni giovanili internazionali non governative. Il budget è di 13 milioni di Euro e avrà validità per il prossimo triennio (2004-2006)

Roma, 29 gennaio 2004