FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3831039
Home » Attualità » Europa e Mondo » Paesi Bassi: altissima la percentuale di respinti tra gli aspiranti maestri

Paesi Bassi: altissima la percentuale di respinti tra gli aspiranti maestri

L’eccessiva liberalizzazione delle discipline produce scompensi nella preparazione dei futuri maestri

14/02/2007
Decrease text size Increase  text size

Il 68% dei 6.000 aspiranti maestri olandesi sono stati respinti al primo anno dei corsi magistrali nelle discipline di grammatica e ortografia. La vicenda fa seguito alla bocciatura in matematica del 48% delle matricole lo scorso anno.
Insomma, ai fini dell’insegnamento la scuola secondaria olandese (istruzione professionale e licei) sembra mostrare tutti i suoi limiti. Tanto che la struttura che gestisce i corsi di immissione alla professione di maestro (nei Paesi Bassi il percorso di formazione magistrale non è universitario ma di formazione professionale), propone di istituire un anno intermedio di lezione tra l’uscita dalla secondaria e l’accesso alla formazione magistrale.

Questa ipotesi ha però già scatenato polemiche: un anno intero sarebbe troppo, secondo alcuni, mentre basterebbero alcune lezioni di rinforzo.
Comunque le cause principali di questo fenomeno sembrano essere due: da un lato la precedenza data nell’insegnamento di base e secondario all’espressione verbale e alla comprensione dei testi rispetto all’ortografia e alla sintassi, dall’altro l’eccessiva liberalizzazione delle discipline deliberata dal Ministero dell’educazione che ha portato molte scuole a impartire un numero troppo basso di ore di lingua nazionale.

Roma, 14 febbraio 2007