FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3914047
Home » Attualità » Europa e Mondo » L’Internazionale dell’Educazione chiede di lavorare per la pace nella striscia di Gaza

L’Internazionale dell’Educazione chiede di lavorare per la pace nella striscia di Gaza

In pericolo durante la guerra ci sono soprattutto i bambini: bisogna ascoltare le richieste dell'ONU e cessare immediatamente il fuoco.

22/07/2014
Decrease text size Increase  text size

Il segretario generale Fred van Leeuwen ha inviato una lettera alle organizzazioni della Palestina e di Israele che fanno parte dell’Internazionale dell’Educazione, nella quale esprime una forte preoccupazione per quanto sta accadendo nella striscia di Gaza e afferma la necessità, anche secondo quanto richiesto dall'ONU, di riconoscere al popolo palestinese i diritti umani di base e la possibilità di non vivere più sotto assedio.

Facendo riferimento a una delibera approvata dal congresso mondiale dell’IE nel 2011, van Leeuwen ha chiesto di fare ogni possibile sforzo per persuadere i propri governi a mostrare rispetto per la vita umana e ad assicurare in particolare la salvezza e la protezione dei bambini, prendendo finalmente in considerazione la richiesta del Consiglio di Sicurezza dell'ONU di un immediato "cessate il fuoco".

Secondo l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (UNRWA), che lo comunica con un tweet del 21 luglio, infatti i bambini palestinesi uccisi dall’8 luglio a Gaza sono più di cento, un quarto delle vittime del conflitto nella Striscia di Gaza.