FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3858567
Home » Attualità » Europa e Mondo » Forum mondiale di Belem. Appello conclusivo dell'assemblea su Il lavoro nella crisi globale

Forum mondiale di Belem. Appello conclusivo dell'assemblea su Il lavoro nella crisi globale

Con 22 assemblee tematiche e una grande assemblea conclusiva, si e concluso il forum sociale mondiale 2009.

09/02/2009
Decrease text size Increase  text size

Pubblichiamo l’appello della partecipata assemblea al Forum mondiale di Belem su Il lavoro nella crisi globale, momento di convergenza di tutte le attività relative a lavoro, crisi, economia, alternative svoltesi nei giorni precedenti.

Roma, 9 febbraio 2009
___________________

Il lavoro nella crisi globale

La crisi globale che viviamo è il risultato di molte crisi: sociale, economica, finanziaria, energetica, ed anche climatica e alimentare. E´una crisi sistemica, del modello di sviluppo.

Questa crisi ha un impatto distruttivo sulla condizione sociale e sul lavoro, come sull'ambiente.

Sono necessarie risposte immediate di resistenza, per la protezione sociale, contro i licenziamenti, per la sostenibilità ambientale.

Queste risposte devono iscriversi nel quadro di un cambiamento radicale e di alternative, coerente con il bene comune dell’umanità. E' necessario stabilire un sistema economico solidale, ambientalmente sostenibile e egualitario che produca lavoro dignitoso. Il sistema finanziario deve essere al servizio di questa economia e controllato democraticamente. Bisogna cambiare il sistema di produzione e di consumo. Bisogna reinventare il ruolo dello Stato a livello nazionale e internazionale con il controllo democratico dei popoli. Queste strategie richiedono un cambiamento nelle relazioni commerciali internazionali e un nuovo paradigma di giustizia nella interazione tra nord e sud.

Per operare questo cambiamento radicale è urgente costruire alleanze plurali e ampie, di movimenti, associazioni, ong, sindacati: di tutte le forme di lavoro, contro il razzismo e tutte le forme di discriminazione. La nostra assemblea rifletteva questa necessità. Ed abbiamo anche bisogno di una spazio di coordinamento ed articolazione che ha già cominciato a realizzarsi.

Sottolineiamo la urgenza di una mobilitazione popolare a tutti i livelli per ottenere questo cambiamento e abbiamo identificato nel 28 marzo, in occasione della riunione del G20, il primo giorno di una mobilitazione contro la crisi. Inoltre, la "alleanza per un lavoro e una vita dignitosi" ha fatto appello per un giorno di azione internazionale il 7 di ottobre.

Infine, esprimiamo la volontà di continuare a lavorare insieme e di costruire solidarietà nella azione.