FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3762187
Home » Attualità » Europa e Mondo » Direttiva Bolkestein: votazione al Parlamento Europeo il giorno 14 febbraio

Direttiva Bolkestein: votazione al Parlamento Europeo il giorno 14 febbraio

Manifestazione della CES a Strasburgo e iniziative nazionali

25/01/2006
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

A partire da martedì 14 febbraio, il Parlamento europeo, in plenaria, discuterà la bozza di Direttiva Bolkestein che sarà votata sulla base del testo approvato dalla Commissione Mercato Interno lo scorso 22 novembre.

Va tenuto presente che la direttiva è sottoposta alla procedura di codecisione (Parlamento-Consiglio). Ciò significa che il Parlamento voterà il testo in prima lettura con la maggioranza semplice dei voti espressi in seduta plenaria. Qualora il parlamento presenti emendamenti alla proposta, la Commissione Mercato Interno decide se approvarli, integralmente o solo in parte, e presenta al Consiglio una proposta modificata.

Se il Consiglio approva gli emendamenti la proposta è adottata. In caso contrario, il Consiglio adotta, in prima lettura, una "posizione comune". Una volta trasmessa al Parlamento, i deputati dispongono di tre mesi per pronunciarsi nuovamente. La discussione e il dibattito parlamentare costituiscono quindi il primo passaggio di una complessa e lunga procedura, che richiederà una forte e prolungata mobilitazione con l’adesione di tutte le forze, sindacali e sociali che in questi anni si sono opposte alla bozza di Direttiva Bolkestein.

In occasione del dibattito parlamentare, la Confederazione Europea dei Sindacati ha chiamato ad una mobilitazione a Strasburgo davanti al Parlamento Europeo, alle ore 12.00.

I sindacati confederali CGIL CISL UIL hanno dato la propria adesione alla manifestazione cui parteciperanno con proprie delegazioni.

Roma, 25 gennaio 2006

Allegati