FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3901317
Home » Attualità » Europa e Mondo » Campagna globale per l’educazione: carenza di insegnanti e gap educativo

Campagna globale per l’educazione: carenza di insegnanti e gap educativo

Ogni bambino ha bisogno di un insegnante: la carenza di insegnanti a livello mondiale aumenta il gap educativo e rende impraticabile l’insegnamento.

23/04/2013
Decrease text size Increase  text size

In una nota relativa alla Campagna Globale per l’Educazione, che quest’anno ha come slogan “Ogni bambino ha bisogno di un insegnante”, avevamo fatto notare quanto incida il numero di alunni (o di ragazze/i potenzialmente tali) per insegnante nel raggiungere l’obiettivo di una scolarizzazione primaria di qualità per tutti bambini del mondo. E’ un dato determinato a sua volta dal numero di insegnanti disponibili oltre che dalla quantità di risorse investite nella scuola. E’ un dato che crea una spirale perversa di inefficienza: la scarsità di risorse, tra cui la scarsità di personale docente, costringe a tenere alto il numero di alunni per classe. Questo a sua volta rende più difficoltoso e qualitativamente inferiore l’insegnamento. Un dato quindi, che può ben mettere in luce la distanza tra paesi ricchi e paesi poveri,  è il numero di alunni per classe. In particolare possiamo prendere in considerazione i paesi (tra quelli testati dall’UNESCO) dove questo numero raggiunge o supera i 40 alunni per classe e quelli dove invece arriva al numero di 20. Parliamo sempre di scuola primaria (pubblica) e di medie nazionali.

Paesi con un numero di alunni per classe uguale o superiore a 40.

NAZIONE

N° alunni

Ciad

67

Congo

62

Mali

59

Burkina Faso

56

Burundi

55

Mozambico

52

Madagascar

49

Ruanda

47

Benin

46

Togo, Eritrea

45

Guinea

44

Niger, Filippine, Giamaica

42

Egitto, India

40

Come si può vedere su 17 stati censiti 14 sono in Africa (di cui 12 nell’Africa Subsahariana, dove tra i paesi censiti, solo il Botswana ha classi di 30 alunni)

Paesi con numero di alunni per classe uguale o inferiore a 20

NAZIONE

N° alunni

Perù

14

Lussemburgo, Lituania

15

Lettonia, Russia, Liechtenstein

16

Grecia, Cipro

17

Austria, Slovacchia, Slovenia, Croazia, Estonia, Malta, Islanda, Romania

18

Italia, Polonia, Svizzera, Macedonia, Finlandia, Thailandia, Paraguay

19

Spagna, Danimarca, Portogallo, Cekia, Messico, Stati Uniti

20

Sono 30 paesi, di cui  26 sono in Europa e due in America settentrionale (Nord del mondo). Dei 26 europei, 11 appartengono alla “vecchia Europa orientale” (su 13 testati) e 15 alla “vecchia Europa occidentale” (su 23 testati). Nell’insieme oggi 18 fanno parte dell’Unione Europea : di quest’ultima ne sono stati testati 25 (mancano Belgio e Svezia). I 7 restanti che superano  i 20 alunni per classe  sono  Germania (21), Bulgaria (21), Ungheria (21), Paesi Bassi (22), Francia (23), Irlanda (24), Regno Unito (28).

(I dati sono riferiti al 2010 e sono tratti dall’UNESCO Atlas of teachers)