FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3816523
Home » Attualità » Europa e Mondo » Calano gli alunni delle scuole religiose.

Calano gli alunni delle scuole religiose.

Brasile, novembre 2000

07/11/2000
Decrease text size Increase  text size

NOVEMBRE

Calano gli alunni delle scuole religiose. Probabilmente è fondamentale il ruolo della crisi economica nell’abbassamento della frequenza nelle scuole private brasiliane da 5 a 4 milioni e mezzo di alunni, mentre gli alunni delle scuole pubbliche sono passati da 33 a 40 milioni, in una situazione in cui la frequenza nel privato è sicuramente dovuta alle insufficienze della scuola pubblica. Tuttavia, dal momento che si tratta di scuole prevalentemente cattoliche, gli esperti non escludono che il calo sia dovuto anche all’arretratezza educativa che caratterizza istituti dal passato anche glorioso e che da 150 anni a questa parte erano distintivi di un’elite sociale e culturale, tanto da essere frequentati anche da molti non credenti. Una preparazione sempre più approssimativa dei docenti anche di queste scuole allo stesso modo di vecchie usanze conservatrici, quali la separazione tra maschi e femmine, la proibizione delle relazioni sentimentali tra gli alunni, l’obbligo della preghiera e dell’uniforme, ne hanno un po’ determinato la decadenza. In questa situazione le scuole cattoliche perdono utenza sia presso gli strati sociali più moderni per non sapersi adattare alla modernità, sia presso gli strati più conservatori per qualche parziale apertura.

Tag: brasile