FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3955673
Home » Attualità » Emendamenti al DL "Scuola": la FLC avanza precise proposte per un piano organico di investimenti

Emendamenti al DL "Scuola": la FLC avanza precise proposte per un piano organico di investimenti

Presentati emendamenti su Scuola, Università, Ricerca e AFAM

30/04/2020
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Come già anticipato nel corso dell’audizione in videoconferenza del 22 aprile 2020 presso la VII Commissione Cultura del Senato, la FLC CGIL ha predisposto alcuni emendamenti al decreto-legge n. 22 del 2020, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato.

Abbiamo avanzato proposte per affrontare la riapertura delle scuole di settembre, a partire da investimenti urgenti sul personale, come il reclutamento straordinario per titoli dei docenti con tre annualità compresi quelli di sostegno, la riapertura delle graduatorie di III fascia con procedura digitalizzata, assunzioni  e ampliamento degli organici di personale ATA e procedure semplificate per l’accesso al profilo di DSGA per gli Assistenti amministrativi facenti funzione; risorse per il lavoro aggiuntivo di docenti e ATA.

Abbiamo chiesto l’estensione della Card per la formazione per docenti precari, personale educativo ed ATA e i benefici per il personale all’estero.

Tra le proposte della FLC CGIL, l’eliminazione del vincolo quinquennale alla mobilità, del voto in decimi nella scuola primaria e la deroga ai vincoli prescrittivi previsti per i PCTO ed infine un emendamento finalizzato a preservare le prerogative del CSPI.

Per Università e Ricerca abbiamo richiesto la valorizzazione e la stabilizzazione di personale e ricercatori degli atenei e degli enti di ricerca, in particolare dei Policlinici universitari e garanzie anche per i lavoratori esternalizzati.

Per l’AFAM riteniamo indispensabile evitare la richiesta di contributi agli studenti per il ritardo delle attività e chiediamo pari trattamento dei docenti con contratti di collaborazione rispetto ai colleghi con contratti a tempo determinato e a tempo indeterminato.

Gli emedamenti