FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3935739
Home » Attualità » Come ottenere l’Identità digitale (SPID) per accedere ai servizi della pubblica amministrazione

Come ottenere l’Identità digitale (SPID) per accedere ai servizi della pubblica amministrazione

Alcune indicazioni utili per l’utilizzo del Sistema Pubblico di Identità Digitale.

16/11/2016
Decrease text size Increase  text size

Cosa è lo SPID

Lo SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica. L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online, in questo modo si potrà accedere ai vari servizi senza la necessità di acquisire le diverse credenziali previste dai singoli enti. È utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Come si ottiene lo SPID

Cosa è necessario:

  • un indirizzo e-mail
  • il numero di telefono del proprio cellulare
  • un documento di identità valido (carta di identità o passaporto)*
  • la tessera sanitaria con il codice fiscale*

* Durante la registrazione può esser necessario fotografarli e allegarli al form che compilerai.

Cosa si deve fare:

Ci si può registrare sul sito di uno tra gli “Identity Provider” che sono autorizzati a rilasciare lo SPID. I quattro soggetti attualmente autorizzati (InfoCert, Poste Italiane, Sielte e TIM) offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID. Per le iscrizioni entro il 31 dicembre 2016 lo SPID è gratuito per i primi due anni. Successivamente saranno i vari “Identity Provider” a decidere se e quanto farlo pagare, anche se l’importo dovrebbe essere molto limitato.

  • InfoCert permette di ottenerlo recandosi presso le loro sedi per il riconoscimento: le loro sedi al momento non sono distribuite omogeneamente sul territorio nazionale, conviene verificare la mappa che forniscono. A pagamento (una-tantum 19,90€ [9,90€ per i diciottenni]) è possibile effettuare il riconoscimento utilizzando una webcam collegata al PC.
  • Poste Italiane permette il riconoscimento online solo per chi è già in possesso delle APP Bancoposta, APP Ufficio Postale e APP Postepay che utilizzano il codice PosteID. Se non si hanno queste identità digitali, è sufficiente compilare il Form di iscrizione e recarsi presso un ufficio postale per il riconoscimento. A pagamento (una-tantum 14,50€) è anche possibile il riconoscimento a domicilio tramite il portalettere. Mettiamo a disposizione una scheda realizzata dalla FLC CGIL di Mantova che ripercorre i passaggi necessari per ottenere l'identità digitale in modo molto dettagliato (nel caso si decida di rivolgersi alle Poste).
  • Sielte permette di ottenerlo direttamente online utilizzando una webcam o la telecamera dello smartphone o del tablet oppure recandosi presso le loro sedi per il riconoscimento: le loro sedi al momento non sono distribuite omogeneamente sul territorio nazionale, conviene verificare la mappa che forniscono.
  • TIM al momento permette la registrazione solo utilizzando la firma qualificata o digitale, la carta nazionale dei servizi (CNS) o la carta di identità elettronica preventivamente abilitate per fare questa richiesta. A breve dovrebbero essere abilitate anche altre modalità.

Maggiori dettagli sulle modalità di rilascio dello SPID a questo link.

Poiché la procedura di acquisizione dello SPID presenta qualche complicazione, anche a causa del numero ingente degli accessi contemporanei, riteniamo utile fornire una scheda realizzata dalla FLC CGIL di Mantova che ripercorre i passaggi necessari per ottenere l'identità digitale in modo molto dettagliato (nel caso si decida di rivolgersi alle Poste).

Come si usa lo SPID

Le amministrazioni che consentono l’accesso ai propri servizi online
tramite l'identità digitale unica espongono il bottone di accesso SPID
entra con spid-2

L’accesso avviene utilizzando il nome utente e la password scelti al momento della registrazione. Per alcuni servizi, che richiedono un grado di sicurezza maggiore, è necessaria anche la generazione di un codice temporaneo di accesso (OTP: one time password) via sms o utilizzando una “app” su smartphone o tablet.